Marco Rapino

Nel Futuro dell'Abruzzo un grande Partito Democratico


Marco Rapino

Nel Futuro dell'Abruzzo un grande Partito Democratico


banner #insiemealpd
12/06/17 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

Buona amministrazione e competenza sono l’unica ricetta per contrastare i populismi. Attendiamo il ballottaggio

Buona amministrazione e competenza sono l’unica ricetta per contrastare i populismi. Attendiamo il ballottaggio

“E’ ancora presto e dobbiamo attendere i ballottaggi di alcune città importanti per la nostra Regione come L’Aquila e Avezzano ma, comunque, possiamo ritenerci soddisfatti dei risultati positivi raggiunti” – afferma il Segretario del Pd Marco Rapino. “A L’Aquila Di Benedetto supera il 47% sfiorando di poco la vittoria al primo turno e la lista del Partito Democratico raggiunge un risultato eccezionale. Ad Avezzano andremo al ballottaggio con un risultato al primo turno pari al 44% e Luciano Di Lorito, Sindaco uscente di Spoltore, viene riconfermato al primo turno con oltre il 60%. Tante le riconferme a partire da Tollo con Angelo Radica e Giuliano Teatino con Andreacola Nicola, mentre il Pd avanza in Provincia dell’Aquila. Questi dati dimostrano che i nostri sindaci uscenti hanno riottenuto la fiducia degli elettori e che la buona amministrazione e la competenza rappresentano, oggi, l’unica ricetta per contrastare i populismi.”

“La nostra proposta politica e amministrativa è stata scelta dagli elettori, il nostro partito ha raccolto consensi per l’impegno profuso in questi anni e il caso dell’Aquila parla da sé” – continua il Segretario. “10 anni di amministrazione Cialente, il lavoro amministrativo svolto, la capacità della nostra classe dirigente politica di mantenere alta l’attenzione sul capoluogo abruzzese mettendo in piedi un progetto concreto per il futuro della città e una campagna elettorale esemplare del nostro candidato Sindaco Americo Di Benedetto,  sono stati elementi premiati dai cittadini e prima ancora sono stati riconosciuti da questi. Dove ci sono stati dei problemi raddoppieremo il nostro impegno, andremo avanti sulla linea del rinnovamento e ci impegneremo per costruire un progetto politico e amministrativo migliore.  Nei prossimi giorni continueremo a lavorare, come sempre fatto, tenendo in considerazione, come prima cosa, il bene dei cittadini. Solo su questo e sul nostro senso di responsabilità verrà valutata l’ipotesi di collaborazioni future.”

Infine conclude: “Un grazie va a tutti gli elettori che hanno scelto di andare a votare e di partecipare alle elezioni amministrative delle loro città, un momento importante per la nostra democrazia.”

18/05/17 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

Massima vicinanza a Stefania Pezzopane, andiamo avanti

“Dal momento in cui, a mezzo stampa, è stato comunicato che Stefania Pezzopane sembrava essere indagata, abbiamo dimostrato massima fiducia nella magistratura,  nel lavoro che essa svolge e abbiamo dimostrato massima serenità nei confronti della stessa Stefania, nostra Senatrice e rappresentante della nostra Regione in Senato. Oggi tutto quello che abbiamo dimostrato in questi giorni: fiducia e serenità, è stato confermato dal fatto che la Senatrice Pezzopane non è iscritta nel registro degli indagati della Procura Dell’Aquila”.

Lo afferma Marco Rapino, segretario regionale del PD Abruzzo. “E’ stato affermato il falso. Chiunque decida nella vita di assumersi incarichi inerenti la gestione della cosa pubblica è giusto sia sottoposto a controllo e ad indagini che, comunque, non sono sinonimo di colpevolezza. Noi andiamo avanti sulla nostra strada quella della democrazia, quella del rispetto delle persone e quella di chi non si ferma e non ferma la sua missione politica perché sottoposto pubblicamente ad un’accusa infondata. Siamo convinti che i cittadini, al momento giusto, sapranno scegliere quale è la strada giusta per loro e per le future generazioni.”

11/04/17 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , , ,

Alle Primarie a L’Aquila hanno partecipato 10.525 persone, in barba a chi decide con pochi click

Alle Primarie a L’Aquila hanno partecipato 10.525 persone, in barba a chi decide con pochi click

“10.525 persone hanno partecipato alle primarie per la scelta del sindaco del nostro Capoluogo. Un risultato pazzesco, in barba a chi decide con i click e poi cambia idea a seconda di cosa fa più comodo. Una risposta della città, che ha voluto scegliere e dirci quale indirizzo prendere. Le primarie si fanno per questo, per ascoltare i cittadini. Bene ha fatto il Pd L’Aquila ad organizzarle e bravi i candidati che si sono misurati in una competizione bella che oggi si è trasformata in una vera festa della partecipazione”. Lo afferma il segretario regionale PD Marco Rapino.  “Grazie a chi ha vinto, per aver messo in campo una campagna intelligente e attenta, per aver saputo interpretare al meglio quello che la città ha voluto. Oggi Americo Di Benedetto è il candidato di tutti, con lui, insieme andremo ad affrontare questi giorni di campagna elettorale, sapendo di poter contare anche sulla forza di chi oggi non ha prevalso. A Pierpaolo Pietrucci e quelli che lo hanno sostenuto va la mia sincera gratitudine perché queste primarie ci consegnano due volti, che sapranno continuare a governare e fare il bene della città dell’Aquila. Insieme, come le più belle esperienze di primarie che ci sono state nel nostro Paese. Grazie al Pd, grazie a Lelio De Santis per il suo contributo e agli amici della coalizione. La città è viva, vuole scrivere il futuro. Il Pd si è messo a disposizione per fare la propria parte.”

04/04/17 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , ,

Alle primarie del Pd gli iscritti confermano la loro voglia di partecipare

Alle primarie del Pd gli iscritti confermano la loro voglia di partecipare

“In questa prima fase delle primarie, come Partito Democratico in Abruzzo, i nostri iscritti hanno confermato il loro senso di comunita’ e la loro voglia di partecipare”, lo ha affermato Marco Rapino Segretario Pd Abruzzo dopo l’esito delle primarie dei circoli che – partecipazione del 60% degli iscritti – hanno visto Matteo Renzi al primo posto con il 63,50% dei voti. Segue Andrea Orlando con il 23,54% e Michele Emiliano con il 12,94%. “Proprio grazie a loro – continua il Segretario – e’ stata data vita, ovunque, ad una discussione di qualita’ sulle mozioni. Allo stesso tempo sono molto soddisfatto del risultato raggiunto da Matteo Renzi. Un ottimo risultato che consolida Renzi su tutto il nostro territorio regionale. Questa e’ stata solo la prima fase, da oggi lavoriamo per l’appuntamento del 30 aprile”.

12/03/17 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , , ,

Lingotto17. Cambiare dal basso per crescere

Lingotto17. Cambiare dal basso per crescere

“Il cambiamento della nostra comunità politica è una diretta conseguenza del cambiamento della nostra società. In un contesto in continua evoluzione, a mio parere,  il partito pesante risulta antistorico e quello di cui abbiamo bisogno è  quello che io chiamo ‘circoli capovolti’, e di un nuovo vincolo tra eletti e partito. Non è concepibile oggi un segretario che parla a se stesso”. È la proposta scandita e applaudita lanciata da Marco Rapino, segretario regionale del Pd Abruzzo, a Torino al meeting politico del Lingotto.

“Dobbiamo incentivare i segretari di circolo che riescono a creare communty vere e rendere stabile il rapporto con i nostri iscritti”, ha sollecitato Rapino nel suo intervento, “i nostri segretari sono consapevoli del fatto che il valore di una comunità si misura quando ci sono decisioni difficili da prendere. Per avere una comunità politica del tutto riformista non possiamo cedere al partito dei mille localismi”. Alla sessione di lavoro da registrare, inoltre, l’intervento di Stefania Pezzopane, sul tema: “Città e territori tra sostenibilità e innovazione sociale” e quello del segretario Marco Rapino che al Tavolo tematico di proposte ha sviluppato il suo progetto innovativo tra politica, cittadini e militanza, “Fare il partito, organizzazione, formazione e comunità”.

Intanto già da domani, lunedì 13 marzo, è prevista la prima riunione organizzativa del Coordinamento Regionale: “Abruzzo, in cammino”, creato in occasione delle prossime primarie per la segreteria del Partito Democratico e a sostegno della candidatura di Matteo Renzi. L’appuntamento sarà a Pescara e saranno chiamati a raccolta i tanti sindaci del Pd, amministratori, parlamentari, segretari di circolo, esponenti della società civile, il Presidente e componenti della Giunta Regionale abruzzese, i Consiglieri Regionali e Presidenti di Provincia. “Durante l’incontro”, spiega Marco Rapino, “verranno comunicate tutte le informazioni necessarie per l’organizzazione dei comitati e per la partecipazione attiva. Ognuno potrà prendere parte e sostenere attivamente Matteo Renzi nelle sue iniziative e in questo nuovo viaggio politico”.

27/01/17 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

Il tema delle aree interne diventi nazionale

Il tema delle aree interne diventi nazionale

La questione delle aree interne diventi un tema di rilievo nazionale. Lo chiede il segretario regionale del Pd abruzzese, Marco Rapino, in una lunga riflessione affidata a una nota in cui traccia un primo bilancio sull’emergenza maltempo che ha flagellato l’Abruzzo nelle ultime settimane.

“I problemi della montagna sono lo spopolamento e la carenza di risorse e progetti innovativi, quindi dobbiamo porre al centro delle nostre azioni questo grave fenomeno – rimarca Rapino – partendo dall’Abruzzo questa emergenza deve essere un tema Nazionale e il Pd se ne farà carico da subito, chiamando a raccolta le altre Regioni per stabilire un percorso vero sui problemi. Il presidente della Repubblica Mattarella, il premier Gentiloni e il segretario del Pd Matteo Renzi, siamo certi saranno nostri alleati – aggiunge il segretario del Pd – ma dobbiamo essere noi a fare proposte e atti concreti”.

C’e’ poi il tema delle responsabilità. “Sulle manchevolezze e sulle responsabilità saranno gli inquirenti e la magistratura a fare luce, a dirci se tutto quello che e’ accaduto poteva essere evitato – sottolinea Rapino – alla politica, invece, serve un maggiore senso di responsabilità, di coralità, di azione concreta. Inseguendo i populismi si arriva a vicoli ciechi, come all’idea che le Province non servano”, evidenzia l’esponente democratico che continua: “In questi anni sono stati indeboliti i territori e davanti alle emergenze non possiamo non ripensare alle scelte fatte”. Rapino, infine, auspica la costruzione di “un Abruzzo più sicuro, dove non si debba avere il timore di rimanere isolati”.

18/01/17 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

Terremoto e emergenza neve: nessuno dovrà sentirsi solo e abbandonato in questa situazione”

Terremoto e emergenza neve: nessuno dovrà sentirsi solo e abbandonato in questa situazione”

“Quello che è successo nelle ultime ore mette, ancora una volta, tutta la nostra Regione a dura prova. Sto rientrando in questo momento a Pescara dopo aver avvertito le scosse mentre percorrevo l’autostrada per andare a Roma. In contatto diretto con gli amministratori delle zone interessate dalle scosse di questa mattina, avvertite in tutto il territorio, dico a loro e a tutti i loro concittadini che l’Abruzzo, tutto l’Abruzzo, è con voi. Gli eventi sismici si aggiungono, senza alcuna pietà, alla particolare situazione dovuta al maltempo e agli effetti che questo ha provocato in tutte le nostre 4 province. Nessuno dovrà sentirsi solo e abbandonato in questa situazione, nessuno dei nostri concittadini. Siamo la terra degli abruzzesi forti e gentili. Oggi, più che mai, sono certo che lo dimostreremo”.
Marco Rapino

29/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

L’invenzione di Sospiri non funziona. Eviti alzare sospetti e innescare inutili conflitti

L’invenzione di Sospiri non funziona.  Eviti alzare sospetti e innescare inutili conflitti

“Il consigliere regionale Lorenzo Sospiri, del gruppo di Forza Italia, nella sua lunga carriera politica, ha prodotto poco e lo si capisce, purtroppo, dalle polemiche che riesce a inventarsi sul nulla. Ora se la prende per le iniziative legittime e politicamente corrette del presidente Luciano D’Alfonso che ha ritenuto nella sua convinzione politica di aderire al referendum con un chiaro e limpido Sì e, come esponente del Pd, di scrivere a militanti e cittadini rivolgendo loro lo stesso invito e indicazione elettorale. Nulla di spaventoso ma Sospiri non ci sta ed evoca spese istituzionali a carico della Regione. L’invenzione di Sospiri non funziona, perché lo ricordiamo con serenità, il Pd a differenza di altri non adopera fondi dei gruppi  in Consiglio regionale, nemmeno per fare manifesti di satira come fatto da qualcuno in passato. I nostri materiali e gli eventi della campagna referendaria sono pensati, prodotti e pagati dal Pd Abruzzo. A Sospiri ci permettiamo di dare un semplice quanto stimolante consiglio: si interroghi e interroghi il presidente della giunta regionale Luciano D’Alfonso sulle questioni che davvero interessano i cittadini abruzzesi e non strumentalizzi fatti e iniziative politiche che non gli appartengono. Eviti di alzare sospetti e innescare inutili conflitti per disorientare i cittadini che devono poter votare il 4 Dicembre liberamente e con grande serenità.”
Lo afferma il segretario del Partito Democratico Marco Rapino.

27/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

#SundayNews n.11 Scegliamo quale domenica vivere e il #4dicembre andiamo a votare Sì.

#SundayNews n.11  Scegliamo quale domenica vivere e il #4dicembre andiamo a votare Sì.

Care amiche e cari amici,
torno a scrivervi promettendovi di farlo più spesso e con maggiore costanza, dato che molti di voi mi hanno sollecitato a farlo e non ho alcune intenzione di tirarmi indietro.
Domenica prossima andremo a votare per il Referendum Costituzionale. Io andrò non solo a votare ma a dire di Sì ad una riforma costituzionale che è il perno su cui poggia le basi questa legislatura.
Ricordate le parole di Giorgio Napolitano alle Camera quando accettò il secondo mandato da Presidente della Repubblica? Ricordate quando esprimendo tutta la sua disapprovazione per la crisi istituzionale che attraversava il Paese, vincolava la sua scelta a fare le riforme che avevamo sempre rinviato?
(Se volete ascoltarle di nuovo potete farlo a questo link: https://youtu.be/CYzFQ6osB-E )

Da 20 anni aspettavamo il superamento del bicameralismo paritario. Un sistema che ci ha fatto accumulare da una parte ritardi storici, dall’altra distanza rispetto a Paesi che oggi siamo costretti ad inseguire in un mondo che si fa sempre più competitivo.
20 anni in cui il Parlamento ha prodotto pochissime leggi se non attraverso leggi delega e decreti legge.
20 anni di “voti di fiducia” che hanno svilito il ruolo del Parlamento.
Speso parliamo di crisi della rappresentanza e del rapporto tra eletti ed elettori. Credo che avere una sola Camera che produca leggi in tempi certi garantirà maggiori possibilità per ricucire quello strappo. Certo, tutto questo non basterà e molto dipenderà dallo sforzo comune del nostro Paese e della Politica di vivere una nuova stagione. C’è molto da cambiare e questo sicuramente è un primo passo. Pensare che riforme che attendiamo da tempo saranno discusse da un Parlamento finalmente libero dai soliti ricatti dei numeri risicati delle maggioranze instabili ci aiuterà a riscoprire maggiore partecipazione. Uscendo dalla paralisi e dall’immobilismo dovremo cambiare e riformare anche i partiti, per renderli strumenti più efficaci.
1000 giorni sono trascorsi da quando Renzi disse di voler essere l’ultimo Premier a chiedere la fiducia al Senato ( Potete ascoltarlo qui: https://youtu.be/YZNf62DlmJ4 )
1000 giorni in cui abbiamo fatto riforme e apportato cambiamenti, lottando e cercando di mettere a disposizione il meglio che avevamo per provare a cambiare l’Italia.
referendum_bastaunsi
I numeri sono positivi:
– da febbraio 2014, 656.000 occupati in più di cui più di 2/3 a tempo indeterminato;
– 157 crisi aziendali risolte, 25 mila posti di lavoro salvati;
– PIL +1,6%; (Primo Trimestre 2014 》Terzo trimestre 2016)
– produzione industriale +2,3%.
(Qui tutti i dati: http://passodopopasso.italia.it )

Ma non basta e vogliamo continuare e guardare il futuro con più fiducia.
La nostra Regione ha sottoscritto con il Governo il Patto per l’Abruzzo (Masterplan: http://www.laregionedicelaregionefa.it/c…/masterplan-abruzzo ) che rappresenta un’occasione di sviluppo e consegna risposte a questioni che da tempo attendevamo.
Il rapporto col Governo Renzi e l’azione della Giunta D’Alfonso ci hanno consentito di ottenere vittorie storiche per l’Abruzzo. Penso alla vicenda Ryan Air, l’aver scongiurato Ombrina Mare, il corridoio adriatico e le Reti Ten-t. Un Abruzzo che ha saputo essere più veloce grazie ad una Regione preparata a dare programmazione e risposte. Siamo la prima Regione che esce dal commissariamento sanitario, traguardo impegnativo che ci riconsente di poter tornare a pensare le politiche per la salute. Vogliamo farlo insieme ad un’Italia che non ci divida più tra cittadini di serie A e B come negli ultimi ventanni.

Ma non solo la sanità. Gli ultimi dati divulgati da Svimez e riferiti all’Abruzzo fotografano, a giugno 2016, questa situazione:

– 496.379 occupati con un aumento di +15mila rispetto al precedente trimestre e +28mila rispetto a giugno 2015. Erano 459mila nel II Trimestre 2014, all’insediamento della legislatura regionale;
– il tasso di disoccupazione è sceso dal 13,6% di giugno 2015 all’11,5% di giugno 2016 (era al 12,7% nel precedente trimestre);
– il numero di disoccupati è sceso da 73.540 a 64.350 (-9.190)
– il tasso di occupazione si è attestato al 56,8% (+3,3%).

E’ importante votare sì anche per avere maggiore uguaglianza in servizi fondamentali e non lo dico per propaganda. La nostra popolazione invecchia, i costi si alzano e non possiamo pensare di non offrire servizi in grado di garantire il diritto alla salute a tutti per colpa dell’essere nati a Nord o Sud.
In questi mesi la nostra comunità politica ha dato vita assieme ai comitati a oltre 40 iniziative, invitando ospiti che hanno conosciuto la nostra regione e che hanno accolto nostre istanze: a partire dalla Ministra Maria Elena Boschi, il Sottogretario di Stato Luca Lotti e Claudio De Vincenti, la Ministra Marianna Madia, il Primo Ministro Matteo Renzi e molti altri.
Abbiamo davanti una settimana importante, la campagna sta assumendo toni aspri ed è spesso difficile capire le ragioni che si confrontano. Prima di essere per il Sì e democratici ricordiamoci di essere Italiani e sorridiamo anche a chi non vuole ascoltare quello che stiamo cercando di spiegare. Il 5 dicembre, comunque andrà, i nostri cittadini si saranno espressi e l’espressione del proprio voto è il momento più sacro in una democrazia. Io sono convinto che il voto ci premierà. Animiamo queste ultime giornate informandoci, trovando materiali e diffondendoli, contattando amici ed organizzando incontri, facciamolo senza sosta, con entusiasmo e senza arroganza. La nostra forza è la capacità di poter raccontare quello che abbiamo fatto, nel merito delle proposte oggetto del referendum, non facciamoci trasportare in uno scontro di tifoserie. Chiediamo un voto per cambiare l’Italia attraverso una riforma che ci consentirà di inseguire il tempo perduto.

Un abbraccio,
Marco Rapino

 

Ps, vi lascio alcuni link utili:
Materiali bastaunsi: http://www.bastaunsi.it/download/
Video smonta bufale del No: http://www.bastaunsi.it/campagna-smonta-bufale/

Le iniziative della prossima settimana:

– lunedì 28 ore 18.00 a Montorio al Vomano e alle 20.30 a Carsoli con Linda Lanzillotta, Vice Presidente del Senato
– venerdì 2 dicembre ore 17.30 a Chieti con Pina Picierno, Europarlamentare Pd
– venerdì 2 dicembre ore 18.30 a Pescara Festa di chiusura con Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo Economico

E anche i recapiti per contattarci
Pd Abruzzo:
Tel. 085/65518 Fax. 085/65519
E-mail: info@pdabruzzo.com

Il mio numero: +393455746558

 

26/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Con Simona Bonafè abbiamo raccontato perché andremo a votare Sì

Con Simona Bonafè abbiamo raccontato perché andremo a votare Sì

“Oggi: Città Sant’Angelo e Pescasseroli. Con Simona Bonafè e tanti altri abbiamo raccontato perché il #4dicembre andremo a votare Sì, dei benifici di questa riforma per l’Italia di oggi ma, soprattutto, per l’Italia di domani e del perché, per tutti noi, questa è un’occasione unica di cambiare le cose e di cambiarle in meglio. #bastaunsì #iovotosì
Marco Rapino

17/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Le Ragioni del Sì con Anna Ascani

Le Ragioni del Sì con Anna Ascani

“Continua il nostro viaggio in Abruzzo per raccontare a tutti le Ragioni del Sì. Oggi siamo stati a Bussi insieme al circolo locale in compagnia di Anna Ascani e Antonio Castricone. Un’altra tappa, un’altra giornata ma soprattutto nuovi perché a cui rispondere. E siamo felici di farlo, siamo convinti del nostro impegno e lo faremo senza sosta fino al #4dicembre perché #bastaunsì per cambiare l’Italia”.
Marco Rapino

16/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Con il Ministro Marianna Madia

Con il Ministro Marianna Madia

“Oggi in Abruzzo è venuta a trovarci il Ministro Marianna Madia, insieme a lei siamo stati ad Ortona e Pineto per due splendide iniziative sul referendum costituzionale. Insieme a costituzionalisti e tanti cittadini abbiamo fatto luce su tutti i punti chiave della riforma che consentiranno al nostro Paese di rincorrere il tempo perduto!! #bastaunsì
Marco Rapino

ikmdelpd_marcorapino_pdabruzzo

10/11/16 Abruzzo , Referendum no responses # , , , , , ,

Matteo Renzi in Abruzzo

Matteo Renzi in Abruzzo

“Che bella giornata oggi in Abruzzo con il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Abbiamo parlato del lavoro che questo governo sta facendo per la nostra Regione, inaugurato una scuola a Spoltore e a fine serata abbiamo abbracciato una platea immensa che è venuta ad ascoltare le ragioni della riforma costituzionale. Sono felice di sentirmi parte di una comunità che con coraggio ed entusiasmo prova finalmente a cambiare l’Italia #bastaunsì. Grazie ai ragazzi che sono venuti, grazie ai volontari che hanno costruito l’evento e grazie a Maria Ciampaglione per tutta l’energia che ci mette per far riuscire ogni appuntamento di questa campagna”.
kmdelpd_rapino__

09/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , ,

L’America e il voto presidenziale

L’America e il voto presidenziale

Obama 8 anni fa ci ha raccontato la più grande stagione politica della storia, una straordinaria campagna elettorale che aveva entusiasmato giovani e non di ogni continente. La domanda che dobbiamo porci 8 anni dopo è: L’America è un Paese migliore del 2008? La risposta è sì, ma probabilmente non lo sa. Guardando i numeri e i dati, il miglioramento è oggettivo eppure non è bastato. Colpe, errori sono stati molteplici, ma ieri un pezzo enorme di America ha urlato di non sentirsi rappresentata, capita e ascoltata. Cosa accadrà domani, non possiamo saperlo, certamente dobbiamo fare i conti con un mondo che è profondamente cambiato. Tutte le rincuoranti certezze sono saltate, l’idea che ci si possa logorare anche quando si governa bene è drammaticamente attuale. Non possiamo archiviare Obama con una bocciatura, probabilmente serviranno anni per capire gli effetti ulteriori della sua Presidenza. Resta l’amaro in bocca di non poter vedere la prima donna Presidente degli Stati Uniti, resta la paura di vedere il populismo e il qualunquismo stravolgere il mondo. Non possiamo essere indifferenti e neanche cadere nel tranello che Trump è frutto del caso, di una cattiva campagna o che la Clinton fosse un candidato debole. Il capitale conquistato con gli anni di Obama non è stato sufficientemente patrimonio condiviso, quella grande speranza si è in parte trasformata in grande delusione e purtroppo rabbia. I Giovani hanno votato Clinton, ed è un bel segnale, ma il mondo e la politica devono fare i conti con degli orizzonti che necessariamente sono più lunghi di un click su una tastiera ma che terribilmente ci portano a sentirci più soli. L’inquietudine e la solitudine fanno vincere la paura, la promessa della vita straordinaria che avremmo potuto vivere è fallita e vogliamo disperatamente difendere quello che pensiamo resti. Io sono ottimista per natura e sono convinto che l’America sarà più forte di Trump ma dobbiamo tutti, cominciare a capire che le risposte semplici alle domande complesse del nostro tempo, diventeranno sempre più efficaci per contrastare l’azione di chi prova a governare. Bisogna essere più bravi, più attenti, avere più voglia di perdere tempo per spiegare quello che facciamo, riscoprire il senso di una comunità e mettere da parte il proprio destino, per riscoprirne uno condiviso.

06/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , , , ,

Alla Leopolda 7

Alla Leopolda 7

“Cosa dobbiamo fare lo sanno bene gli italiani: cambiare per affrontare le sfide della modernità, quelle del futuro. Se ce la mettiamo tutta “Adesso è il futuro” non sarà uno slogan ma sarà la grande occasione dell’Italia per il 2017. Dipende da noi. 28 giorni al lavoro tutti insieme. Cambiamo l’italia e portiamo, con un sì, i nostri figli a credere nel futuro.” Incontri, banchetti, porta a porta, più comitati. Tutti insieme fino all’ultimo minuto #bastaunsì #leopolda7
Marco Rapino

02/11/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Il confronto con gli studenti dell’Università Gabriele D’Annunzio

Il confronto con gli studenti dell’Università Gabriele D’Annunzio

“La riforma costituzionale è una priorità per il nostro Paese? Riusciremo con questa riforma ad approvare le leggi più velocemente? Quale sarà la funzione del nuovo Senato e che impatti con gli universitari di oggi? Le garanzie per i cittadini? A queste e a tante altre domande io e il Sindaco di Pescara Marco Alessandrini risponderemo oggi di fronte agli studenti dell’Università Gabriele D’Annunzio. Ancora un mese per confrontarci con tutti ma soprattutto per rispondere alle domande di chiunque voglia informarsi e capire meglio perchè sia necessaria questa riforma #bastaunsì
Marco Rapino

31/10/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Con Anna Finocchiaro a Giulianova e Loreto Aprutino

Con Anna Finocchiaro a Giulianova e Loreto Aprutino

“Anche questa sera, prima a Giulianova e poi a Loreto Aprutino, abbiamo parlato di riforma costituzionale, del voto che attende gli italiani il prossimo 4 dicembre. Lo abbiamo fatto in compagnia di Anna Finocchiaro e confrontandoci con i cittadini. Perchè questa riforma, così come il cambiamento che ci attende, ora è nelle mani di tutti noi #bastaunsì
Marco Rapino

28/10/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

All’Aurum di Pescara con Ettore Rosato e Stefania Covello

All’Aurum di Pescara con Ettore Rosato e Stefania Covello

“Oggi nella splendida cornice dell’Aurum a Pescara un nuovo incontro sul Referendum con Stefania Covello e con il nostro Capogruppo alla Camera dei Deputati, Ettore Rosato. Una discussione bella ma soprattutto nel merito, ragionando insieme del perchè oggi sia importante dare al nostro Paese più stabilità ed efficienza. Domani tutti a Roma #bastaunsì
Marco Rapino

22/10/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , , , ,

Le Ragioni del Sì. A Torre dei Passeri con Alessia Morani

Le Ragioni del Sì. A Torre dei Passeri con Alessia Morani

“Un nuovo incontro per il Sì al referendum del 4 dicembre. Oggi a Torre de’ Passeri con Morani Alessia, Alexandra Coppola, Francesca Ciafardini . Per un’ Italia che possa finalmente non avere più alibi e scommettere sul proprio futuro #bastaunsì
Marco Rapino

17/10/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Con Luca Lotti a Pescara

Con Luca Lotti a Pescara

“Oggi abbiamo avuto il piacere di ospitare il sottosegretario Luca Lotti in Abruzzo. Al cinema Circus di Pescara abbiamo organizzato un evento stupendo, con una sala gremita, oltre mille persone accorse, per ascoltare un dibattito efficace per il referendum costituzionale. #Bastaunsì il 4 dicembre per avere finalmente un parlamento capace di fare le riforme che promette senza più gli alibi di non avere i numeri nel palazzo per colpa dei ricatti e degli inciuci”.
Marco Rapino

12/10/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Con Luciano Violante a Montesilvano per spiegare perché votare Sì

Con Luciano Violante a Montesilvano per spiegare perché votare Sì

“Oggi con Luciano Violante a Montesilvano per spiegare come e perché votare Sì il 4 dicembre significhi dare vita ad un cambiamento possibile, quel cambiamento che abbia il segno + per tutti i cittadini e che dia risposte a lavoratori, famiglie, imprese. Risposte giuste, nei tempi giusti.#bastaunsì

08/10/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , ,

Le Ragioni del Sì a Lama dei Peligni

Le Ragioni del Sì a Lama dei Peligni

“Un altro appuntamento oggi per “Le Ragioni del Sì” a Lama dei Peligni con Silvio Paolucci, Chiara Zappalorto e Tiziana Di Renzo. Il nostro viaggio continua in tutto l’Abruzzo, con convinzione fino al 4 dicembre #bastaunsì
Marco Rapino

07/10/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

A Raiano con il Senatore Maran

A Raiano con il Senatore Maran

“Un dibattito vero e appassionato durato fino a tardi. Un cambiamento possibile, una visione di futuro. Questo significa votare Sì al referendum costituzionale del 4 dicembre. Questa sera, a Raiano con Stefania Pezzopane, Alessandro Maran e Antonio de Crescentiis per il Viaggio in Abruzzo del Partito Democratico #bastaunsì
Marco Rapino

05/10/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

Fase due nell’amministrazione comunale a Pescara: segnale importante per un nuovo sviluppo nell’azione amministrativa della città

Fase due nell’amministrazione comunale a Pescara: segnale importante per un nuovo sviluppo nell’azione amministrativa della città

“La fase due nell’amministrazione comunale di Pescara offre un segnale importante per un nuovo sviluppo nell’azione amministrativa della città – afferma Marco Rapino, Segretario PD Abruzzo. “Il Partito Democratico regionale, nel riconoscere questo importante obiettivo, rileva la necessità di serbare l’unità della comunità politica del centrosinistra. Il PD Abruzzo ritiene che le persone e le forze politiche coinvolte nell’amministrazione comunale di centrosinistra siano strategiche e per questo si propone, con tutte le risorse a disposizione, di tenere alte le ragioni dell’impegno condiviso. A questo fine intendiamo coinvolgere i livelli istituzionali, in particolare gli eletti in Regione e al Comune, per mantenere ed anzi aumentare l’integrazione della coalizione nella città, un fattore che negli ultimi tre anni ci ha consentito di vincere tutte le competizioni elettorali. Vogliamo favorire questo obiettivo anche nella consapevolezza del valore politico dell’immediatezza tra le parole e le azioni che ne conseguono. In conclusione il PD Abruzzo esprime piena fiducia, che si possa coniugare la più fruttuosa efficacia amministrativa col rafforzamento delle ragioni dell’Unità del centrosinistra a Pescara.”

03/10/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

A Chieti con Micaela Campana

A Chieti con Micaela Campana

“Dire Sì al referendum del 4 dicembre significa avere e credere in una visione di Paese, in cui tornino a convivere la bella politica e la partecipazione attiva dei cittadini.  Oggi, con Micaela Campana, a Chieti”. #bastaunsì
Marco Rapino

30/09/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Rispondiamo Sì al cambiamento

Rispondiamo Sì al cambiamento

Il futuro dell’Italia dipende da quanto grande sarà il nostro coraggio nel rispondere al cambiamento, da quanto forte sarà la nostra volontà di inziare un nuovo percorso fatto di semplicità, stabilità ed efficienza. E oggi, ad Avezzano, abbiamo spiegato le nostre ragioni e il nostro obiettivo di voler dar vita ad un impianto che responsabilizza il cittadino e le istituzioni #bastaunsì

29/09/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Le ragioni del Sì. A Pescara con Francesco Verducci

Le ragioni del Sì. A Pescara con Francesco Verducci

“Oggi con Francesco Verducci a Pescara abbiamo parlato delle ragioni del Sì, delle ragioni per cui la sinistra dice sì. Tre obiettivi, tre leve che ci spingono a portare avanti, con convinzione, il nostro lavoro: cambiamento, innovazione, crescita”.

26/09/16 Abruzzo , Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , , ,

Avanti con la nostra idea di politica riformista che cambia l’Italia

Avanti con la nostra idea di politica riformista che cambia l’Italia

Dai diritti alle riforme, passo dopo passo portiamo avanti la nostra idea di una politica riformista che cambia l’Italia. Questa sera a Sulmona con Monica Cirinnà perché abbiamo detto sì alle unioni civili e perchè lo diremo anche il prossimo 4 dicembre al referendum costituzionale #bastaunsì.

24/09/16 Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Il Pd in agenda!

Il Pd in agenda!

Gli appuntamenti della prossima settimana: Sulmona, Pescara e Spoltore. Vi aspettiamo!

22/09/16 Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

A Teramo con Emanuele Fiano

A Teramo con Emanuele Fiano

È partito oggi, da Teramo, il nostro viaggio sui territori per spiegare le ragioni del Sì al referendum. Con Emanuele Fiano, Responsabile per le Riforme del Pd Nazionale, abbiamo parlato del perché vogliamo un paese più efficiente, veloce e moderno; del perché vogliamo un paese che risponda ai cittadini in tempi rapidi e con soluzioni concrete.

21/09/16 Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , , ,

Festa dell’Unità Regionale all’Aquila: tra prevenzione e ricostruzione

Festa dell’Unità Regionale all’Aquila: tra prevenzione e ricostruzione

Oggi ha preso il via la Festa dell’Unità Regionale all’Aquila. Quattro giorni dedicati al confronto e al dialogo sui temi attuali della prevenzione e ricostruzione. E le persone in foto con me sono alcuni dei volti che hanno organizzato e lavorato per questa fantastica festa. Ancora bravo a Stefano Albano e a tutto il Pd aquilano per aver organizzato un dibattito di alto profilo che qualifica tutta la nostra comunità. Dopo la Festa, il 4 ottobre torniamo all’Aquila con Pietro Ichino, per un incontro sul referendum #bastaunsì. PS La festa è anche tappa della festa nazionale dei Gd, che emozione vedere tanti ragazzi nuovi animare l’organizzazione di cui ho fatto parte per tanti anni, grazie per il vostro entusiasmo!

18/09/16 Partito Democratico , Referendum no responses # , , , , , ,

Pratola Peligna ed Elice: Feste dell’Unità e referendum

Pratola Peligna ed Elice: Feste dell’Unità e referendum

Ieri a Pratola Peligna e ad Elice, durante le Feste dell’Unità organizzate dai circoli locali, abbiamo parlato di recupero per il nostro Paese in termini di efficienza anche economica. Cosa vuol dire questo se l’argomento del nostro dibattito riguarda il referendum? Chiedere efficienza per la politica spesso corrisponde anche alla sua capacità di attrarre investimenti. Negli ultimi anni, a causa dei tempi legislativi troppo lunghi, abbiamo assistito ad un’incapacità politica proprio in termini di sviluppo. Riformare nel senso di velocizzare i tempi e renderli più adeguati al mercato attuale non deve essere solo un desiderio ma una necessità, per tutti. Così come è necessario che l’Italia giochi fino in fondo questa partita, così come è necessario non avere paura del cambiamento. E poi grazie, grazie di cuore a tutti i volontari delle feste dell’unità in abruzzo, ai segretari che con passione le hanno organizzate, ai ragazzi agli stand, a chi è stato in cucina e a tutti quei compagni e amici che sono venuti a partecipare.

12/09/16 Referendum , Senza categoria no responses # , , , , , ,

#PerchèSì, viaggio in Abruzzo

#PerchèSì, viaggio in Abruzzo

Inizia il nostro Viaggio in Abruzzo! #PerchéSì non è solo uno slogan è un modo per dirvi che noi siamo pronti a rispondere alle vostre domande e ad incontrarvi per spiegare quali sono le ragioni del Sì al referendum. Saranno tantissime le tappe di questa campagna che faremo in tutta la Regione e il primo appuntamento è quello del 22 settembre a Teramo con Emanuele Fiano #bastaunsì

20/07/16 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , , ,

Dopo decenni la sanità abruzzese inizierà il suo nuovo cammino virtuoso

“Premiato il nostro lavoro”

“Dopo decenni la sanità abruzzese inizierà il suo nuovo cammino virtuoso” – inizia così il segretario dem d’Abruzzo Marco Rapinoil suo commento sulla questione sanitaria abruzzese. “La giornata di ieri a Roma – continua – dove ha avuto luogo il tavolo di monitoraggio, ha segnato il passo decisivo per l’uscita dal commissariamento della sanità. La nostra Regione è la prima a concludere positivamente l’iter sul riordino della rete ospedaliera. Siamo fieri del risultato raggiunto dal nostro Assessore Silvio Paolucci e da tutta la Giunta presieduta dal Presidente Luciano D’Alfonso. Fieri di essere stati, come Partito Democratico, i precursori di un’attività di programmazione che è la più importante a livello regionale. Abbiamo messo al centro di tutto le persone, il loro diritto alla tutela della salute, e intorno a questo abbiamo sostenuto, con determinazione, gli obiettivi principali: migliore qualità delle prestazioni e una più efficiente distribuzione delle cure sul territorio. Così restituiamo a tutti i cittadini abruzzesi una sanità organizzata ma soprattutto una sanità sicura mantenendo fede al programma elettorale del Pd che i cittadini hanno scelto e votato.”

15/07/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

Maria Elena Boschi taglia il nastro di partenza per la campagna del Sì in Abruzzo

Maria Elena Boschi taglia il nastro di partenza per la campagna del Sì in Abruzzo

L’appuntamento è per sabato 16 luglio alle ore 17.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Pescara e l’ospite principale di questo incontro, organizzato dal Pd Abruzzo, è la Ministra per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento, l’On. Maria Elena Boschi.

“Nei giorni scorsi abbiamo finito di consegnare le firme raccolte per il Referendum Costituzionale. Un lavoro di squadra su tutto il territorio regionale: militanti, segretari di circolo e amministratori locali hanno dato vita ad una grande mobilitazione e tutti insieme abbiamo raggiunto un ottimo risultato” – afferma il Segretario Regionale Marco Rapino. “Sabato avremo l’incontro con il Ministro Boschi, un incontro che volutamente abbiamo programmato all’indomani della consegna delle firme per dare il via effettivo alla campagna per il Sì su tutto il territorio regionale. Il nostro Paese ha bisogno di più stabilità, di maggiore partecipazione e, soprattutto, ha bisogno di guardare al futuro con ottimismo e fiducia. Dire Sì al Referendum del prossimo autunno significa percorrere la strada giusta.”

Parteciperanno all’incontro con la Ministra, il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, il Sindaco Marco Alessandrini e il Segretario Regionale del Pd Abruzzo Marco Rapino.

20/06/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

In Abruzzo vittorie dei cittadini e di un PD che guarda al futuro

“Vittorie che nascono dalla partecipazione e dall’impegno dei candidati sindaci, delle liste e dei programmi, dalla passione per la politica e dei suoi valori civili” – afferma Marco Rapino Segretario Pd Abruzzo all’indomani dei ballottaggi delle elezioni amministrative 2016. “Questa è una vittoria del Partito Democratico, dei suoi militanti, ma è soprattutto un’affermazione di tutti i cittadini. Abbiamo vinto perchè abbiamo lavorato in un’unica direzione, mettendo in campo forze giovani nelle liste e per i candidati sindaci e giocando di squadra con tutta la coalizione di centrosinistra.  In provincia di Chieti, Teramo e L’Aquila abbiamo conquistato la stragrande maggioranza dei comuni al voto, un successo” – continua il Segretario.
“A questa grande fiducia rispondiamo con un grazie e con i nostri programmi da realizzare, con progetti per il lavoro, per le imprese, il territorio e l’ambiente. Abbiamo convinto gli elettori, non li deluderemo, e oggi il nostro impegno sarà ancora più incisivo e forte. Chi, come nel caso di Sulmona, ne esce sconfitto, dovrà riflettere sulle proposte che il Pd aveva sollecitato ma sono rimaste purtroppo inascoltate. Il Partito Democratico in Abruzzo, ha raccolto affermazioni e vittorie che oggi nel panorama nazionale assumono un valore significativo, di cui andiamo orgogliosi. Il momento che stiamo vivendo è complesso e la politica non deve rinunciare a trovare risposte alle domande difficili che oggi il vivere ci pone. La nuova classe dirigente eletta, l’esercito di giovani del Pd che andranno a ricoprire il ruolo di amministratori, ha questo compito. La nostra responsabilità e il nostro coraggio sono la garanzia che ce la metteremo tutta.”

“Ai nostri Sindaci, alle nostre maggioranze di governo – aggiunge Rapino – auguriamo un buon lavoro e  un maggiore impegno nel fare sempre meglio e sempre di più, con la partecipazione attiva di tutti i cittadini. Il Pd non mancherà di dare il suo sostegno ai Sindaci e alle loro sfide verso il futuro”.

06/06/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

Le dichiarazioni del consigliere regionale Sospiri sul voto amministrativo appartengono al genere letterario del surrealismo

“Le dichiarazioni del consigliere regionale Lorenzo Sospiri sul fatto che il voto amministrativo di ieri rappresenti una mozione di sfiducia al Presidente della Regione D’Alfonso appartengono al genere letterario del surrealismo. Ci rendiamo conto che negli ultimi anni il centrodestra è stato così poco abituato a vincere da entusiasmarsi per aver strappato qualche comune al centrosinistra, al punto da attribuirsi anche la rielezione a sindaco di un consigliere provinciale del Pd (Vincenzo Catani a Picciano), però forse anch’egli riconoscerà di essersi lasciato un po’ troppo andare affermando che le vittorie a Collecorvino e Civitella Casanova rappresentino una mozione di sfiducia al governo regionale” – afferma il Segretario del Pd Abruzzo Marco Rapino.

“Così come non è corretto attribuirsi il risultato di Manoppello e Picciano dove le due liste civiche sono di larghissima espressione politica. La realtà, dunque, è ben altra” – continua il Segretario. “Penne rappresenta senza dubbio una sconfitta dolorosa in un comune importante, su cui dovremo riflettere, che si differenzia da altri comuni come Popoli e Casoli pure interessati da una profonda riorganizzazione ospedaliera. Ma il dato politico complessivo della tornata elettorale di ieri ha un segno molto evidente di un primo successo per il Pd e le forze che compongono la coalizione di maggioranza regionale, che dovrà trovare conferma nel secondo turno. Il centrosinistra ha stravinto a Francavilla al Mare, con un risultato senza precedenti che vede il Pd al 30% dei consensi ed il sindaco rieletto con i due terzi dei voti dei francavillesi. Il Pd insieme con altre forze di centrosinistra è in testa a Lanciano, e va al ballottaggio a Vasto con buone probabilità di rimonta. È in testa a Roseto degli Abruzzi, superando per ora il sindaco uscente di centrodestra e siamo certi che ricomponendo il centrosinistra saremo in grado di riconquistare il governo della città. A Sulmona il ballottaggio è tra due schieramenti di centrosinistra, per quanto allargati a forze civiche, mentre il centrodestra è completamente fuori dai giochi. Complessivamente il Pd nei Comuni sopra i 15 mila abitanti si afferma nettamente come il primo partito. Vinciamo inoltre in molti dei Comuni minori, confermando Popoli, Bellante, Castellalto, Casoli, riconquistando Tagliacozzo, e così via. Dunque, il consigliere Sospiri sbaglia due volte: la prima perché i cittadini votavano non per la Giunta Regionale ma principalmente per avere buone amministrazioni ed hanno confermato con il loro voto la credibilità della classe dirigente del Pd e del centrosinistra abruzzese. E poi perché è esattamente vero il contrario di quanto egli afferma: queste elezioni rappresentano, in attesa del secondo turno, la piena conferma della forza del Pd e del centro sinistra al governo della Regione, il cui quadro di alleanze si rafforza in tutte le amministrazioni al voto a partire dai comuni maggiori.”

06/06/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

‪#‎amministrative2016‬ “In Abruzzo un voto che premia il PD e il lavoro dei suoi amministratori”

“Non è ancora il momento di festeggiare perché attendiamo i ballottaggi- afferma il Segretario dem d’Abruzzo Marco Rapino.
“Su una cosa possiamo già oggi essere pienamente soddisfatti, gli elettori hanno premiato il Pd, i suoi candidati a sindaco, le liste, le proposte fatte per le città e i piccoli Comuni. I risultati dimostrano che i nostri sindaci uscenti hanno riottenuto la fiducia degli elettori, nel caso di Francavilla il primo cittadino Antonio Luciani ha vinto con un vantaggio che ci riempie di orgoglio, mentre le percentuali raggiunte in altre realtà come Lanciano, Vasto, Roseto, sono ampiamente positive. Lì dove abbiamo avuto problemi è perché è venuto a mancare il sostegno dei nostri elettori a causa di problemi locali e delle divisioni all’interno del gruppo dirigente ma, anche qui, andremo avanti sulla linea della discontinuità e del rinnovamento facendo opposizione responsabile. Abbiamo raccolto consensi per il nostro impegno come partito, per il ruolo attivo dei nostri amministratori, per la spinta data dalla Regione del presidente D’Alfonso e dei suoi Assessori nel creare nuove e maggiori opportunità sui territori. Siamo stati responsabili e attenti, lo saremo ancora, in attesa dei ballottaggi, sapremo costruire sinergie e accordi per il bene dei cittadini che chiedono di essere governati con serietà, impegno e lungimiranza. L’Abruzzo del dopo voto ne esce rafforzato, un segnale, per noi importante perché conferma che lavorando bene, senza arroganze e con spirito costruttivo, possiamo fare di più e meglio. Oggi – conclude il Segretario – ringraziamo gli elettori, gli uomini e le donne del Pd che sono riusciti a testimoniare con il loro lavoro un successo che ci incoraggia e ci da maggiore fiducia. Siamo già pronti per giocare nei ballottaggi questo secondo tempo di una partita che ci onora.”

04/06/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

La politica del fare #sundaynews n.10

La politica del fare #sundaynews n.10

Oggi voglio parlare a tutta la comunità del Partito Democratico d’Abruzzo, ai nostri militanti, ai nostri elettori, ai nostri amministratori e a chi si è candidato per diventarlo. Per farlo voglio partire dal chiedere a tutti noi, me compreso, cosa significa votare il Partito Democratico oggi e per rispondere a questa domanda partirò da una semplice considerazione: l’Italia, il nostro Paese, la nostra terra, era in attesa che qualcuno facesse riforme da circa 20 anni e nessuno, fino a due anni fa, era stato in grado di portarle a compimento con questo coraggio. Dopo due anni di Governo possiamo dire che le riforme sono state fatte e che oggi il Partito Democratico è il principale attore del cambiamento. Quest’ultima considerazione ci dà la misura di quanta responsabilità abbiamo, come dirigenti di partito, come amministratori ma anche come militanti, riguardo alle scelte che facciamo a tutti i livelli: locale, regionale, nazionale ed internazionale. Se oggi in Europa si torna a  parlare di crescita è perchè l’Italia ha messo in campo una propria strategia per ottenere risposte che chi ha governato ed amministrato negli anni precedenti sa bene quanto potessero essere difficili da raggiungere. Sono stati anni durissimi, di crisi, contraddistinti dall’austerità delle scelte. Gli enti locali e i cittadini chiedevano risultati, veri, concreti e spesso non riuscivano ad averne. Risposte che dovevano essere date dalla politica e da chi amministrava; risposte che tardavano ad arrivare anche a causa del perdurare di una grave crisi, finanziaria ed economica, che ha generato perdita di posti di lavoro, povertà e che, con altrettanta potenza, ha portato alla mancanza di fiducia da parte degli elettori e alla perdita della credibilità di tutta la classe dirigente. Da questo distacco dei cittadini dalla politica siamo ripartiti con l’unico e più importante obiettivo di recuperare un rapporto e fortificarlo, attraverso la politica del fare e non solo del dire, attraverso la politica attenta ai cittadini e preoccupata di offrire programmazione per ridare speranza. Non una politica distante e distaccata. Con la caparbietà e la convinzione del senso di responsabilità che abbiamo, da due anni a questa parte facciamo riforme e realizziamo cambiamenti. Noi stiamo cambiando, lo stiamo già facendo e lo continueremo a fare perchè il Partito Democratico rappresenta una comunità politica nel vero significato di questa espressione. Dialoghiamo e ci confrontiamo, con toni anche accesi perchè no, ma lo facciamo perchè con il dialogo e il confronto si trovano soluzioni e le soluzioni servono a mettere un punto definitivo ai problemi. Noi non siamo una mail firmata “Lo Staff” che ti arriva da un momento all’altro e solo a discrezione del sentimento di antipatia o simpatia da parte di qualcuno che si autodefinisce e autoproclama “Direttorio”. Noi siamo di carne e ossa, siamo persone vere, reali. Lo siamo nel momento in cui rifiutiamo di mettere in pratica qualsiasi forma di populismo e demagogia perchè prenderemmo in giro noi stessi, lo siamo perchè quando siamo stati eletti  in Regione, ereditando situazioni disastrose, con responsabilità ci siamo messi al lavoro e abbiamo trovato soluzioni. E questo dobbiamo dirlo a chi domenica sarà chiamato a fare una scelta. Abbiamo amministratori radicati nel territorio, che  conoscono e sono riconosciuti dai cittadini. Attraverso loro abbiamo riaperto il confronto con le persone e con fatica stiamo risanando e ricompattando un territorio regionale che il centrodestra aveva completamente diviso, acuendo con scelte e non scelte, che dir si voglia, feroci forme di localismo. Da oggi dobbiamo rivendicare il lavoro svolto e i risultati raggiunti, lo dobbiamo fare con orgoglio e a testa alta.
Abbiamo messo in campo tutto: le donne e gli uomini migliori, tantissimi giovani capaci e in gamba che hanno voglia di rinnovare e innovare con la qualità e l’entusiasmo di una passione sincera, vera, onesta. A chi oggi si presenta con la faccia pulita nelle città che andranno al voto e con la pretesa di sapere e poter fare meglio, con slogan  buoni solo per raccontare favole, dobbiamo rispondere che noi sono anni che facciamo e che produciamo senza alibi, questa è la differenza. Senza alcuna volontà di nascondersi dietro il “non possiamo perchè …”. Il nostro coraggio e la nostra forza vanno ribaditi.

Non abbiamo un carico di responsabilità, noi abbiamo di fronte la bellezza del senso di responsabilità. Prendere o lasciare.
E da qui, insieme, come giocatori di una vera e grande squadra, vogliamo vincere e dobbiamo vincere raccontando la verità: chi siamo, la nostra forza, le nostre competenze, la nostra volontà e il nostro entusiasmo.

Ora, insieme a tutti i cittadini scriviamo una nuova pagina per ognuna delle città che andranno al voto, per tutto l’Abruzzo e che sia la pagina migliore, per tutti.
Agli iscritti, agli amici, ai simpatizzanti e agli elettori chiedo di non lasciare soli, anche in queste ultime ore, i nostri candidati. Dalla nostra parte abbiamo la forza dei fatti, dei risultati. Abbiamo la forza dei numeri, siamo la più grande comunità politica presente in Italia.
Continuiamo a convincere chi possiamo che dare un voto domenica al Pd significa continuare a scegliere la speranza per i nostri Comuni, per la nostra Regione e per il nostro Paese.

Marco Rapino

02/06/16 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , ,

Le dichiarazioni di Sospiri su ospedale di Penne sono pericolose e giocano sulla paura dei cittadini

“Le dichiarazioni del Consigliere Regionale Sospiri, riguardo il declassamento o la chiusura dei vari pronto soccorso, sono infondate oltre che pericolose, perché si gioca sulla paura dei cittadini. E le ragioni della campagna elettorale non possono legittimare tale atteggiamento irresponsabile” – dichiara il Segretario dem d’Abruzzo Marco Rapino.

“Sospiri dimentica, ancora una volta, che nonostante il pronto soccorso dell’ospedale di Penne sia ben sotto i 20.000 accessi l’anno, questo ha continuato e continuerà la sua attività perché rientra nella classificazione di ospedale di area disagiata. Ricordiamo al capogruppo di Forza Italia che tale status prevede e garantisce l’attività di pronto soccorso che dispone di personale medico dedicato predisposto all’emergenza-urgenza e quindi dei servizi necessari alle attività di medicina interna e di chirurgia generale ridotta, un reparto di 20 posti letto di medicina generale con un proprio organico medico e infermieristico. Il tutto, ovviamente, in continuo rapporto e collegamento con il centro hub o spoke più vicino che, nel caso specifico, è Pescara” – continua il Segretario.

“Dimentica poi, il consigliere Sospiri, che è stata proprio la giunta Chiodi a prevedere la chiusura dei pronto soccorso di diversi presidi come, ad esempio, quelli di Casoli e Guardiagrele, e che solo grazie al lavoro dell’Assessore Silvio Paolucci e di questo Governo Regionale, in questi territori sono stati istituti i Punti di Primo Intervento h. 24 e il servizio di 118. Così come, nelle zone interne, la rete di emergenza-urgenza può contare su ambulanze medicalizzate. I tempi di percorrenza calcolati utilizzando Google Maps sono roba del passato, della Baraldi e del Commissario Chiodi. Il riordino della rete ospedaliera si fonda su reali esigenze del territorio, dando estrema importanza alle “reti tempo-dipendenti”. La vera riforma dei pronto soccorso è avere il tempo per arrivare alla struttura in grado di accogliere e gestire un codice rosso. Il criterio del localismo, in questo caso, non necessariamente è sinonimo di prestazione sanitaria di qualità. Inoltre, la nuova rete di emergenza-urgenza ridisegnata dal centrosinistra, ha visto l’incremento da 52 a 59 del numero delle postazioni di ambulanze e da 18 a 37 il numero delle unità di emergenza con medico a bordo. A ciò va aggiunto l’acquisto di 30 nuove ambulanze, metà delle quali per la messa in sicurezza del percorso nascita con mezzi idonei al Servizio di Trasporto Assistito Materno (STAM) e i servizi di trasporto per l’emergenza neonatale (STEN). Nei casi, poi, di reparti collocati in territori orograficamente critici, il protocollo regionale operativo sul trasporto perinatale in emergenza, prevede presenza dell’elisoccorso notturno e un pronto soccorso ostetrico.”

“Ci dicano dunque Sospiri e Febbo – conclude Rapino – se questa è macelleria sociale o è la concretizzazione di una sanità di qualità che fa fronte alle notevoli differenze tra zone a popolazione dispersa e centri urbani e si distingue dal passato per la capillarità con cui è distribuita sul territorio. Noi porteremo avanti con convinzione il nuovo sistema sanitario regionale; ad altri, vista l’evidente incapacità amministrativa dimostrata nel passato, lasciamo la possibilità, almeno, di sfogarsi in campagna elettorale con forme meschine di strumentalizzazione, se con ciò si accontentano.”

17/05/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , , ,

Il presidente Matteo Renzi è un alleato e un amico dell’Abruzzo

“I fondi destinati al Patto per le infrastrutture e l’innovazione assegnati oggi all’Aquila con la firma del Masterplan sono la testimonianza chiara e forte di come l’impegno verso la nostra regione sia garanzia di un nuovo formidabile salto di qualità verso il rilancio dello sviluppo” – afferma il Segretario del Pd Abruzzo Marco Rapino.

“L’impegno del Governo  premetterà  il riavvicinamento dell’Abruzzo alle regioni dl Centro Nord; torneremo ad essere protagonisti in più settori produttivi, fino a ridare slancio al quel mondo della cultura e delle riforme che chiede fatti concreti, iniziative che segnino una svolta reale, che premino le ambizioni dei territori. L’Abruzzo con  un miliardo e mezzo di euro di nuovi fondi adesso può sostenere i progetti in cui crede. I Comuni, le aree produttive, il sistema industriale, commerciale ed economico possono beneficiare di un aiuto che nessun altro Governo ha concretizzato per la nostra regione. Come Pd Abruzzo – conclude il Segretario – conosciamo Matteo Renzi, lo conosciamo come politico e come amico, sappiamo che il suo impegno è vero, pressante e questo Patto è la chiave di volta di una nuova stagione di crescita economica. In Abruzzo è L’Aquila la città che ha ospitato l’affermarsi di questo impegno del Presidente Renzi, oggi tocca a noi, al Pd e a tutti gli abruzzesi, alla sua classe politica e imprenditoriale, mostrare come impegnare questi fondi, come realizzare con successo una Regione più competitiva, più moderna, più unita e solidale.”

06/05/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

In Abruzzo 400 comitati per il Referendum costituzionale

Alla base del lavoro del PD Abruzzo ci saranno la condivisione dei temi e il confronto con i cittadini

“L’Abruzzo è pronto a lavorare e dare tutto il suo supporto per dire definitivamente si alle riforme. Il nostro obiettivo è raggiungere i 400 comitati in tutta la regione e accogliere non solo gli iscritti al nostro partito ma quanti vogliano dare il loro contributo per portare avanti questa campagna referendaria sui loro territori di appartenenza.” Questo è quanto afferma il Segretario del Pd Abruzzo, Marco Rapino.

“Il prossimo autunno tutti siamo chiamati a segnare un passo decisivo per il nostro Paese e i Comitati del ‘Sì’ devono essere un ponte di apertura a favore di tutti i cittadini. Quello che cambia è la prospettiva: i cittadini sono e devono essere gli attori protagonisti di un cambiamento radicale, un cambiamento che per anni abbiamo atteso e che ora può diventare realtà”

Ulteriori informazioni informative verranno date nei prossimi giorni

29/04/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , ,

Il M5s non distingue le battaglie per gli abruzzesi da quelle contro gli abruzzesi

Il M5s non distingue le battaglie per gli abruzzesi da quelle contro gli abruzzesi

Commissione Ue respinge interrogazioni dell’eurodeputata Aiuto (M5s) contro
l’aeroporto di Pescara

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa del Partito Democratico d’Abruzzo sulla risposta negativa della Commissione Europea alle interrogazioni dell’eurodeputata Aiuto (M5S). Alla conferenza stampa hanno partecipato il Segretario del Pd Abruzzo Marco Rapino, i consiglieri regionali del Pd Camillo d’Alessandro e Luciano Monticelli insieme al Segretario del Pd Pescara Moreno di Pietrantonio.

L’eurodeputata Daniela Aiuto nel mese di febbraio 2016 aveva presentato alla Commissione Europea due interrogazioni con la richiesta di risposta scritta su “finanziamenti illeciti e presunti illeciti rispettivamente all’Aeroporto d’Abruzzo ed al suo gestore Saga”, sottolineando il comportamento illecito che la Regione e la società Saga, a parer suo, avrebbero avuto a tal proposito. Nei giorni scorsi è arrivata la risposta negativa della Commissione all’Eurodeputata così come è possibile leggere direttamente dal sito del Parlamento Europeo (http://www.europarl.europa.eu/sides/getAllAnswers.do?reference=E-2016-000598&language=IT )

Nulla di trascendentale se si considera che l’ “interrogazione” rientra tra quelle tipologie di strumenti che gli amministratori possono e devono utilizzare per svolgere al meglio le proprie funzioni. Paradossale che Daniela Aiuto abbia utilizzato questo strumento democratico in un momento delicato come quello che ancora oggi l’Aeroporto di Pescara sta vivendo, cercando di danneggiare il percorso di rilancio messo in piedi dal Governo Regionale.

“La linea politica del Movimento 5 Stelle è fatta solo di cieco populismo a discapito soltanto dei cittadini, dei lavoratori e del territorio che beneficia di determinati servizi. Nel 2015 l’aeroporto d’Abruzzo ha registrato un incremento in termini di numero di passeggeri pari al +9% rispetto al 2014, arrivando a 607.000 unità, in termini economici questo ha generato sul territorio un valore di circa 650 milioni di euro con un effetto occupazionale pari a 730 unità” – afferma Marco Rapino segretario dem d’Abruzzo. “Nonostante sia palese a tutti che i sistemi aeroportuali rappresentino un elemento fondamentale in termini di possibilità occupazionali, di connettività del territorio e di sviluppo turistico, il M5S ha scommesso contro la nostra Regione dando seguito a quell’atteggiamento pessimista che li contraddistingue da sempre. Noi da chi rappresenta la nostra terra in Europa ci aspettiamo molto di più ma poiché siamo quasi rassegnati a queste prese di posizione continueremo, come Partito Democratico, a scommettere a favore e lavorare per l’Abruzzo. C’è chi ripone speranza nel disastro per un pugno di voti e chi, con coraggio, fa politiche per dare speranza.”

23/03/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

Sviluppo, cultura e turismo le parole chiave per Sulmona

“Dopo le vacanze di Pasqua incontreremo la cittadinanza di Sulmona e da lì, insieme, segneremo il percorso da seguire per il bene della città”

“La città è stanca e ci sta dicendo basta. I suoi cittadini non hanno alcuna intenzione di assistere ad ulteriori scontri muscolari che da una parte non producono risultati positivi e dall’altra non dimostrano quanto di buono la politica possa fare e realizzare per una comunità” – afferma Marco Rapino, segretario del PD Abruzzo. “Noi dobbiamo essere al fianco delle persone e lo saremo in termini concreti, mettendo in piedi un progetto sano per il futuro di Sulmona e dimostrando la volontà di cambiare. Continue reading

21/03/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

Perché serve riformare lo Stato

Su L’Unità di oggi l’intervento del segretario regionale del PD Abruzzo Marco Rapino.

Il prossimo autunno segneremo un passo decisivo per il nostro Paese: tutti gli italiani saranno chiamati ad esprimersi sulle riforme istituzionali messe in atto dall’attuale Governo. Anche il Pd Abruzzo, come nel resto delle altre regioni, scenderà in campo: porterà i temi della campagna referendaria sui territori, ne discuterà con i cittadini, tutti, con gli elettori e informerà tutti delle ragioni per cui è giusto votare “Si” al referendum del prossimo autunno.

Perché si tratta di oltrepassare quella linea che ci permetterà di non avere più paura nel futuro, che ci aiuterà a guardarlo con positività e coraggio. In tutto questo il protagonista ambizioso sarà sì il Partito Democratico, ma allo stesso modo lo saranno tutti i cittadini che si renderanno artefici del vero cambio di passo. Il Referendum per il ‘Sì’ è l’inizio di una politica aperta, di una politica che dialoga, che sceglie, si confronta sulle cose concrete in un mondo che non attende esitazioni.

Di fronte a noi abbiamo uno spazio sociale e politico che cerca garanzie e speranze, che sollecita sfide, cambiamenti che siano patrimonio di tutti e non di pochi. A questo futuro siamo presenti con le nostre idee, i nostri valori, il nostro modo di essere democratici e liberi nel pensare e, soprattutto, liberi nell’agire mai distaccandoci dalla realtà.

Il nostro “Sì” al Referendum deve essere uno straordinario appuntamento per una fase nuova della vita della Costituzione Repubblicana. Io dico, facciamolo, si! Facciamolo con la gioia che ci dona ogni inizio e portiamo con noi una nuova fiducia liberale e sociale. Sono certo che l’impegno, la formazione, la consapevolezza delle nostre scelte e la nostra passione sono gesti forti, dentro i quali c’è una vera ambizione politica, quella del cambiamento per costruire più libertà, più crescita, più spazi di riforme. In questo progetto del Pd ci sono valori, proposte, iniziative politiche coraggiose.

La preparazione per i Comitati per il ‘Sì’ deve essere un ponte di fiducia e di apertura a favore di tutti i cittadini, oltre il Pd, e di tutti coloro hanno il desiderio che questo Paese cambi volto con riforme che siano giuste. Dobbiamo alzare la fiducia in quello che facciamo, nel nostro impegno, nel nostro lavoro, nella nostra politica, perché davanti a noi abbiamo una scommessa che dobbiamo vincere. Il Referendum è anche l’emergere di una forte responsabilità politica e questo non deve spaventarci ma deve aiutarci ad andare avanti, con convinzione.

Stiamo dimostrando di essere gli artefici di una politica aperta e sappiamo quanto questa scelta sia vitale. Stiamo volgendo lo sguardo verso nuovi obiettivi e lavorando a nuove speranze, con la volontà di credere in un futuro, che sia per tutti più bello, appassionante, incasinato, tormentato ma, cari amici, soprattutto un futuro che sia una scelta viva.

10/03/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

#puntocom: Workshop comunicazione PD Abruzzo

#puntocom: Workshop comunicazione PD Abruzzo

A Francavilla, incontro con dirigenti, amministratori, parlamentari abruzzesi del Pd sulla comunicazione.

Si terrà a Francavilla al Mare, sabato 12 marzo presso il Museo Michetti, l’incontro sulla comunicazione che vedrà coinvolti dirigenti, amministratori e parlamentari abruzzesi del  Partito Democratico. Tra i relatori del workshop dedicato: la responsabile nazionale della comunicazione, l’Onorevole Alessia Rotta, alcuni rappresentati del dipartimento comunicazione del Pd nazionale Carla Attianese e Lino Paganelli, un rappresentante della redazione Unita.tv, Alessandra Serra, Responsabile Formazione per la Fondazione EYU e alcuni esperti del mondo della comunicazione. Protagonisti indiscussi della giornata Facebook, Twitter e il loro corretto uso nell’ambito della comunicazione politica.

L’incontro, promosso dalla Segreteria regionale del Pd Abruzzo in collaborazione con il  Pd nazionale, arriva alle porte della prossima tornata elettorale che vedrà coinvolti molti comuni abruzzesi tra cui: Francavilla, Vasto, Lanciano, Roseto e Sulmona. Al centro del dibattito la definizione della strategia di comunicazione per affrontare al meglio le prossime elezioni amministrative.

“È fondamentale, per il nostro partito, evidenziare lo stretto legame tra  la politica e la comunicazione, – afferma il Segretario regionale Marco Rapino – così come è fondamentale creare una rete di comunicazione sul territorio che permetta a dirigenti e amministratori di parlare e dialogare con tutti. L’obiettivo di questa giornata è permettere a tutti di utilizzare i canali di comunicazione social nella maniera più opportuna in modo da raggiungere i nostri militanti e simpatizzanti.”

“Sul tema della comunicazione politica il Pd Abruzzo ha iniziato un percorso nuovo che ha visto coinvolte tutte le province, ad eccezione di quella dell’Aquila dove ci stiamo organizzando” – dichiara Maria Ciampaglione, Responsabile della Comunicazione per il Pd Abruzzo. “Su ogni provincia è attiva una Pd Community di cui fanno parte, per ora, i segretari provinciali, di circolo e chi abbia manifestato interesse a collaborare. Tecnicamente la sfida consiste nel riuscire a dare vita ad una  comunicazione integrata, che sappia combinare tutti i canali a disposizione. Dal punto di vista politico, invece, l’obiettivo è azzerare totalmente le distanze con tutta la nostra comunità politica  e fare in modo che tutti si sentano partecipi, soprattutto ora.”
WEB 24_03 (Abruzzo)

22/02/16 Partito Democratico no responses # , , ,

Appello ai democratici sulmonesi, alle donne e agli uomini che nutrono passione civile.

Il Partito Democratico è impegnato in un percorso di cambiamento epocale del Paese. Sta semplificando lo Stato, con la riforma costituzionale e la legge Madia, ha rilanciato lo sviluppo e l’occupazione con il Jobsact, ha abbassato le tasse cancellando quelle sulla prima casa. Si batte per i diritti civili e lavora per un’Europa meno austera e più vicina ai diritti dei cittadini. In Abruzzo stiamo riformando la Sanità, per farla più efficiente e rispondente ai bisogni della popolazione. Stiamo lavorando, con i FAS e i fondi UE, per rilanciare gli investimenti. Di questa azione i risultati si vedono anche a Sulmona: le imprese, in questa Città hanno il credito d’imposta, che altri non hanno. Il tribunale ed il punto nascita, che dovevano chiudere, sono invece aperti. Tra poco inizieranno i lavori per la ristrutturazione del Liceo Classico, colpito dal sisma del 2009.

Questi buoni risultati, purtroppo, stridono con errori che abbiamo commesso in Città. Spesso ci siamo concentrati più sul l’esercizio del potere che sul bene comune. Non siamo stati inclusivi. Abbiamo pensato più a chi dovesse svolgere ruoli politici più che a quale ruolo dovesse svolgere la politica. Ci siamo mostrati solo in parte quello che siamo realmente e che stiamo dimostrando di essere in Abruzzo, in Italia e in Europa: una grande forza di progresso e cambiamento responsabile.

Ora però è il tempo di un nuovo inizio. È il tempo non di tornare indietro, ma finalmente di incominciare ad essere all’altezza delle sfide che abbiamo di fronte e dell’azione che stiamo conducendo in Regione e al Governo del Paese.

Non sarà un piccolo gruppo di dirigenti a riuscire in questa impresa. Ogni oligarchia, anche illuminata, è destinata al fallimento. Senza un popolo, non c’è politica. Ma a Sulmona il popolo esiste.

 Per questo, per tutto questo, faccio appello alle donne e agli uomini che hanno passione civile, che apprezzano l’azione di governo di Matteo Renzi, che  si rispecchiano nei principi e valori fondanti del Partito Democratico a prendere un impegno, civile e politico, che rilanci il futuro della città di Sulmona e a tornare a contribuire alla vita di questa città. L’unica arma di una vera e propria comunità politica è la PARTECIPAZIONE.

Mi rivolgo ai democratici sulmonesi, con la d minuscola, perché diventino Democratici con la D maiuscola, facendosi Partito. Facendo, finalmente, il Partito Democratico. Ripartiamo da qui perché tutti i cittadini che si sentono vicini all’azione del Partito Democratico, a tutti livelli, siano effettivamente parte di questo processo di cambiamento. Ripartiamo da qui perché tutte le persone che fino ad oggi, a Sulmona, hanno votato e scelto il Partito Democratico votandolo solo sul simbolo, incomincino ad essere, decisamente e definitivamente, parte di una vera e propria comunità politica. Una comunità che si basi sul dialogo e sul confronto, sul rispetto reciproco e sulla voglia di mettersi in gioco e di fare. Per dare vita ad una comunità politica è necessario che chiunque si rispecchi nei valori e nei principi del nostro partito esca fuori dalla sua sfera privata e metta in gioco se stesso. La politica del Partito Democratico non è una politica fatta sulle persone ma è una politica fatta dalle persone e per le persone. Noi vogliamo tornare a parlare dei problemi e delle soluzioni, vogliamo ricostruire un PD che sia in grado di dare concretezza alla idee e speranza a tutti. E per farlo abbiamo bisogno di forza, di donne e uomini che siano in grado di confrontarsi sulle proposte e non sulle simpatie o antipatie personali, sui progetti e non sui pregiudizi, ma che abbiano fantasia e generosità, da mettere al servizio, con gioia e sorriso, della Città di Sulmona e del suo futuro.

Marco Rapino

25/01/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , ,

Teoria gender: cosa differenzia il Pd da Fi? Saper scindere il reale dall’irreale

Teoria gender: cosa differenzia il Pd da Fi? Saper scindere il reale dall’irreale

“Continuare a parlare di teoria gender nelle scuole è un po’ come continuare a raccontare, ad un bambino, la fantastica storia dell’unicorno. Fantastica non per i meravigliosi pensieri , quasi fanciulleschi, che ci riporta alla mente, fantastica perché non ha nulla a che vedere con la realtà ma rientra in quella meravigliosa categorie di cose che, qualsiasi adulto d’età e non so teoria gender è stata oggetto, anche oggi, di una conferenza stampa, targata Forza Italia, in cui si annunciano autobus per la prossima giornata dedicata al Family Day. Sapete quali sono le differenze tra chi annuncia autobus per la capitale e chi invece riconosce le radici fantasiose della teoria gender nelle scuole? Le differenze sono semplicemente due: prima di tutto l’approccio di chi riesce a scindere una storia fanciullesca dalla realtà e mi sembra già tanto per chi ricopre ruoli di amministratore, per la seconda cosa, che credo sia la più importante, citerò le parole del nostro segretario Matteo Renzi: “Dove c’è un popolo c’è sempre da avere un grandissimo rispetto”

Marco Rapino

05/01/16 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

La cultura e’ la risorsa piu’ importante che abbiamo

La cultura e’ la risorsa piu’ importante che abbiamo

“Un altro grande passo in avanti, un’altra importante azione per rimettere in moto l’Italia e anche la nostra Regione, l’Abruzzo”. Commenta così Marco Rapino, Segretario del PD Abruzzo, l’approvazione del programma triennale di investimenti per il patrimonio che contiene 241 interventi in tutta Italia e 9 importanti interventi in Abruzzo per un totale di 4.496.000 euro.

“La cultura è tornata ad essere il fulcro della politica nazionale e questo grazie al nostro Governo, grazie al Ministro Dario Franceschini e grazie al nostro partito, il PD. La cultura è la risorsa più importante che abbiamo e di questo non possiamo farne a meno”, conclude il Segretario.

Gli investimenti per l’Abruzzo:

– completamento degli interni e degli apparati decorativi del Castello della Monica di Teramo per 600.000 euro;

– messa in sicurezza dello sperone della chiesa di San Pietro a Rocca Scalegna (CH) per 1.000.000 di euro totali;

– ristrutturazione e restauro post terremoto della chiesa di Santa Maria di Roncisvalle a Sulmona (AQ) per 360.000 euro totali;

– riparazione dei danni causati dal terremoto nella chiesa di Sant’Andrea di Raiano (AQ) per 500.000 euro totali;

– recupero del patrimonio archeologico del centro storico e dei siti dell’Aquila e dei comuni del cratere per 270.000 euro totali;

– potenziamento informatico del polo museale dell’Abruzzo a Villa Frigeri di Chieti per 65.000 euro totali;

– realizzazione dell’impianto fotovoltaico e il rifacimento delle coperture delle aree esterne del museo archeologico La Civitella di Chieti per 1.530.000 euro totali;

– restauro dei fondi archivistici all’Archivio di Stato dell’Aquila per 96.000 euro totali;

– opera di tutela sul materiale archivistico della sede di Sant’Agostino dell’Archivio di Stato di Teramo per un totale di 75.000 euro.

28/12/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , , , ,

Legge di stabilità: opportunità e misure per l’Abruzzo

Legge di stabilità: opportunità e misure per l’Abruzzo

Questa mattina, presso la sede regionale del PD Abruzzo a Pescara, si è tenuta la conferenza stampa sulla legge di stabilità 2016. Hanno partecipato i Parlamentari PD Abruzzo e Marco Rapino, Segretario Regionale dei dem abruzzesi.

La conferenza è stata aperta dall’intervento del Segretario il quale ha affermato: “Si tratta di una legge fondamentale che, in linea generale, ha introdotto importanti risorse per le imprese e l’occupazione, per la sicurezza e la cultura, per il welfare e la lotta alla povertà. Una manovra espansiva che pone al primo posto crescita e sviluppo, e al centro dell’attività le famiglie e chi ne ha più bisogno attraverso una diminuzione concreta delle tasse e incentivi alle imprese per l’acquisto di macchinari e beni strumentali. Diversi gli interventi messi in campo a partire dallo stanziamento di due miliardi di euro: uno per la sicurezza e uno per cultura ed educazione; dalle risorse a disposizione per l’assunzione di ricercatori universitari alla conferma dell’art bonus e del tax credit, fino alla predisposizione di nuovi finanziamenti a favore dei musei e di un piano per il recupero e la valorizzazione per siti di eccezionale valore turistico. Misure e azioni che puntano ad una definitiva ripresa dell’economia del nostro Paese e ad un suo ritorno verso standard più efficienti. In relazione al nostro territorio una nota a parte per il risultato raggiunto sulla questione Ombrina e il ripristino del limite delle 12 miglia per l’estrazione degli idrocarburi.”

A seguire tutti i parlamentari del PD Abruzzo hanno illustrato i propri interventi nella legge di stabilità e i risultati ottenuti. Una serie di emendamenti e ordini del giorno su ambiente, sostegno al microcredito, tutele per i fondi a disposizione dei comuni dei crateri e delle popolazioni colpite dagli eventi calamitosi. Misure a favore della sanità e dei servizi ai malati ed emendamenti relativi alle province che non saranno costrette ad interrompere i servizi ai cittadini e al territorio.

In allegato gli interventi dei parlamentari del PD Abruzzo: Continue reading

14/12/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

Emendamento trivelle una bella vittoria, risultato di scelte coraggiose, dialogo e passione democratica.”‏

Emendamento trivelle una bella vittoria, risultato di scelte coraggiose, dialogo e passione democratica.”‏

“Una bella vittoria, che segna come sul rischio di perforazioni petrolifere davanti la nostra costa  il Pd ha fatto scelte coraggiose e concrete. Il Governo ha recepito, facendolo proprio, un nostro emendamento che impone alle società petrolifere di operare oltre le 12 miglia dalla costa. Una decisione che di fatto blocca le perforazioni – ad Ombrina mare così come ad altre multinazionali -, e restituisce un ruolo di primo piano alla Regione che legittimamente può decidere sulle politiche energetiche che riguardano l’Abruzzo” commenta così il Segretario del Pd Abruzzo Marco Rapino la notizia dell’emendamento. “Una vittoria della ragione, del lavoro svolto con intelligenza e pazienza, dal Presidente della giunta regionale Luciano D’Alfonso, dai parlamentari abruzzesi, dai sindaci, dal Pd con i suoi dirigenti e militanti. Il Governo, grazie anche all’impegno del presidente del Consiglio Matteo Renzi, si é mostrato un alleato decisivo per la nostra regione. Ora in Parlamento le forze politiche devono trovare la massima compattezza per  dare seguito a questa decisione, una coesione su questo obiettivo che riguarda anche il movimento 5 Stelle, non è il momento delle divisioni ma di una scelta condivisa in favore  dell’Abruzzo.”

Il Segretario conclude: “Come segretario del Pd ringrazio i singoli cittadini, le associazioni ambientaliste, gli esponenti politici che hanno creduto nelle nostre iniziative, e in particolare alla delicata  mediazione istituzionale svolta dal presidente D’Alfonso e dai parlamentari Pd. Dopo tante polemiche, alcune delle quali dannose e aggressive, possiamo dire che ha vinto  l’intelligenza e la nostra passione democratica.”

12/12/15 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , ,

“Sospiri faccia un’azione concreta e non solo a parole”

“Sospiri faccia un’azione concreta e non solo a parole”

“L’ospedale di Penne lo abbiamo salvato noi del Pd. Sospiri fa chiacchiere e se ne sta tranquillo e beato a discettare senza che in questi anni abbia mosso un dito per Penne e tanto meno per l’Abruzzo”. Levata di scudi di Marco Rapino segretario regionale del Pd, in difesa dell’ospedale San Massimo.

“Purtroppo il centrodestra e il suo capogruppo Lorenzo Sospiri giocano a disinformare e strumentalizzare ogni argomento pur di far vedere che esistono. Come è noto l’ospedale di Penne ha rischiato la chiusura ed è stato solo, ed esclusivamente grazie all’intervento del Pd e dell’assessore alla sanità Silvio Paolucci, che è stato non solo salvato rimanendo operativo, ma il nostro impegno ha permesso anche un suo potenziamento”.

Rapino riepiloga anche in che modo il San Massimo è riuscito ad evitare la chiusura: “Abbiamo fatto pressioni sul ministero della Sanità”, ricorda il segretario del Pd, “invocato l’inserimento dell’ospedale tra quelli necessari ed insostituibili per le aree disagiate. Il nostro impegno è stato premiato. L’ospedale c’è con i suoi medici ed operatori sanitari. Sospiri sperava nella sua chiusura pur di dire qualcosa, ne è rimasto deluso al punto che ora si aggrappa su ginecologia. Il centrodestra non sapendo che altro dire se la prende ingiustamente con il primo cittadino di Penne, Rocco D’Alfonso, a cui va dato il merito di aver avuto un atteggiamento responsabile e serio in difesa del nosocomio cittadino, più che fare proclami alla Sospiri”, prosegue Rapino.

“L’esperienza di Penne così come in altre situazione sia da lezione per il centrodestra. Si impegni Sospiri nel cercare soluzioni ai problemi e non complicarli, generando conflitti e ritardi. Così non si aiutano i cittadini e i malati. Al Pd interessano esclusivamente le riforme e una sanità che funzioni, il centrodestra collabori a questo progetto di rilancio, Sospiri abbandoni le trincee ideologiche e i personalismi. Faccia una azione concreta e non solo a parole”.

12/12/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

“Sulla questione Bussi il lavoro dell’Onorevole Castricone è stato prezioso”

“Sulla questione Bussi il lavoro dell’Onorevole Castricone è stato prezioso”

“Il lavoro svolto dall’onorevole Castricone per la bonifica del sito di Bussi e il suo impegno nel sollecitare il superamento della fase commissariale, sono iniziative preziose per quanti credono davvero nel compimento del disinquinamento e del rilancio dell’area”. Non hanno dubbi Marco Rapino, Segretario Pd Abruzzo, e Francesca Ciafardini, Segretaria Pd Provincia di Pescara, nel sostenere il loro esponente di Governo, l’onorevole Antonio Castricone che da tempo è impegnato nel trovare una rapida soluzione alla bonifica della ex area industriale di Bussi sul Tirino. “Le iniziative istituzionali di Castricone stanno avendo risultati concreti”, spiegano i due Segretari, “perché finalmente si intravede una svolta positiva dopo anni di tentennamenti e ipotesi finite nel nulla. Un passo importante è la fine della gestione del commissario Goio, che finora non è riuscita a superare le troppe incertezze su come arrivare alla bonifica e alla messa in sicurezza di tutte le aree. L’appello del nostro parlamentare a deporre le polemiche e le inutili dissertazioni è sacrosanto, in particolare modo il suo monito al sindaco Salvatore La Gatta che troppo spesso più che concentrarsi sulle soluzioni sembra preso dalla tentazione di contrastare ogni progetto innovativo e soprattutto concreto. Castricone ha fatto bene a sottolineare le tante contraddizioni del sindaco di Bussi e il suo ruolo di bastian contrario. I cittadini di Bussi e quanti chiedono la bonifica del sito devono sapere che il Pd è pronto a sostenere progetti veri nell’interesse, prima di tutto di chi abita questi luoghi e dell’ambiente da risanare e tutelare. Le contrapposizioni spregiudicate vanno fatte cadere, non possiamo permetterci cadute all’indietro e ulteriori perdite di tempo. Continueremo a lavorare a fianco del circolo Pd di Bussi, sempre alla ricerca di una soluzione e mai cedevole alle facili strumentalizzazioni.”

05/12/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

#ItaliaCoraggio IL PD ABRUZZO SCENDE IN PIAZZA

#ItaliaCoraggio IL PD ABRUZZO SCENDE IN PIAZZA

Tutte le informazioni relative ai banchetti delle province dell’Aquila, di Chieti, di Pescara e di Teramo

Tutto il Pd Abruzzo, in tutte le sue province, sarà in piazza durante questo fine settimana e parteciperà alla mobilitazione nazionale indetta dal Pd nazionale. #ItaliaCoraggio, è questa la parola d’ordine alla quale i molti militanti hanno risposto e per la quale hanno deciso di incontrare i cittadini, per ascoltarli e per parlare con loro. Migliaia di banchetti su tutto il territorio nazionale verranno allestiti con lo scopo di spiegare a tutti quanto si sta facendo a livello nazionale.

Il Segretario Pd Abruzzo, Marco Rapino commenta così l’iniziativa: “Sabato e domenica tutto il Pd Abruzzo scenderà in piazza. Un’occasione per ascoltare e per parlare con quanti vogliano confrontarsi con noi. Un modo per rendere partecipi tutti di quanto si ta facendo a livello nazionale e dell’importante percorso di riforme che il governo sta portando avanti. Lo faremo senza paura e con convinzione perché siamo sicuri e certi che la strada intrapresa sia quella giusta.”

 A questo link tutte le info necessarie sui banchetti: http://bit.ly/1Q36TfV

Materiali cartacei di comunicazione, Italia coraggio!

Le cover per i social e per i siti web sono scaricabili dalla pagina dedicata.

Sul sito unita.tv sabato e domenica dalle 10 alle 13 ospiti in studio e collegamenti dalle piazze di tutta Italia.

 

 

 

15/11/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Sanità no responses # , , , , , , , ,

sundaynews n.9 #avecparis‏

sundaynews n.9 #avecparis‏

“Anche oggi è il momento della newsletter e, a dire il vero, avrei voluto iniziarla in maniera differente ma, come tutti voi provo un grande dolore per ciò che è successo a Parigi e vorrei dedicare questo momento proprio ai giovani, ai padri, alle madri, ai figli che hanno perso la vita in quei momenti terribili. Da venerdì sera ognuno di noi è inchiodato alla televisione aspettando notizie, guardando immagini e cercando di dare un senso a ciò che è successo. Ma quel che è successo non ha nessun senso: uccidere un proprio coetaneo, inneggiando al proprio Dio, non ha alcun senso. Nessuna religione chiede di uccidere in nome del proprio Dio, nessuna. È meschino nascondersi dietro la scusa del proprio credo religioso e porre fine, in maniera così fredda, alla vita e ai sogni delle persone. Guardare negli occhi ragazze e ragazzi pieni di speranza e decidere che fosse arrivato il momento del loro sacrificio. Miei coetanei che come tutti, la sera, escono, si incontrano con gli amici, in un bar, in un ristorante, vanno ad un concerto, allo stadio, semplicemente passeggiano per strada. Persone che vivono come la nostra cultura, la nostra storia ci ha insegnato a vivere. Hanno attaccato e colpito quello che noi custodiamo più gelosamente: la nostra civiltà fatta di diritti e di libertà. Quella libertà che è il nostro bene più sacro, quei diritti che sono le nostre conquiste più importanti. Cambiare il proprio modo di vivere perché terrorizzati da quel che è successo e da quel che potrebbe succedere, non è la soluzione. Guardare con sospetto a chiunque sia diverso da noi per tradizione, cultura, religione non è ciò che ci è stato insegnato dalla nostra storia”.
“E si, io oggi mi sento francese così come sono italiano, così come sono europeo”.
“E si, continuerò a vivere la mia vita, come fatto fino ad oggi nel rispetto delle diversità, con coraggio, senza paura e con la forza del mio senso di libertà”.

Un abbraccio
Marco Rapino

francia+parigi+paris+marco rapino+pd abruzzp

 

 

PS. di seguito troverete brevi note su sanità, trasporti, agricoltura.

SANITA’: SIAMO RIUSCITI AD EVITARE IL FALLIMENTO

La sanità abruzzese dopo decenni potrà riprendere un cammino virtuoso fatto di accordi su riforme, nuove tecnologie, strutture più moderne e servizi qualificati. E’ stato centrato un traguardo che permette lo sblocco di risorse per 92 milioni di euro, 70 di premialità e 23 di conguaglio. Accanto alle cifre corrisposte metteremo in campo altri progetti, quelli contenuti nel Piano di programmazione. Presto il Governo farà un decreto per trasferire 237 milioni di euro dalle casse regionali alle Asl.  Aprirò nel Pd una serie di incontri sul tema Sanità, sulle riforme fatte e sui fondi che ci verranno assegnati e dove saranno destinati  anche in vista del Piano triennale 2016-2018. Il dibattito coinvolgerà, le associazioni dei medici, i sindacati, i cittadini per raccogliere indicazioni e proposte. Un metodo che abbiamo messo in atto in modo positivo quando l’Assessore Paolucci ha presentato al partito il piano di riforme che ha poi avuto il sostegno dei circoli Pd. L’obiettivo raggiunto premia tutti gli abruzzesi.

REFERENDUM TUA

Su 1.563 dipendenti oltre il 75% ha preso parte al voto e 773 hanno votato a favore dell’accordo per il nuovo contratto di secondo livello. Questa, un ulteriore conferma che la strada delle riforme intrapresa dal nostro Governo regionale è la strada giusta. Riforme che dovevano essere fatte da tempo e che per molto tempo qualcuno ha dimenticato nel cassetto dei ricordi, mai aperto. Il PD Abruzzo non può che essere fiero di questo e dell’impegno profuso da Camillo D’Alessandro al fine di raggiungere questo obiettivo.

VIA LIBERA DELLA COMMISSIONE EUROPEA AL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE ABRUZZO

Si tratta di una dotazione finanziaria, a disposizione per i prossimi 7 anni, di oltre 432milioni di euro: 67 milioni cofinanziati dal bilancio regionale. Le parole chiave del nuovo Piano sono: giovani, competitivita’, innovazione, ricerca, bio- energia, banda ultra-larga, aggregazione, promozione delle filiere alimentari, sviluppo economico delle comunita’ rurali, inclusione sociale, tutela e valorizzazione della biodiversita’, della acqua, del suolo e delle risorse forestali e naturali. Ringraziamo l’assessore Dino Pepe per l’ottimo risultato raggiunto e ora al lavoro per le prossime sfide.

13/11/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , ,

Con il Referendum TUA l’Abruzzo delle riforme vince altra battaglia

“Con il Referendum Tua l’Abruzzo delle riforme vince un’altra battaglia. Su 1.563 dipendenti oltre il 75% ha preso parte al voto e 773 hanno votato a favore dell’accordo per il nuovo contratto di secondo livello. Questa, un ulteriore conferma che la strada delle riforme intrapresa dal nostro Governo regionale è la strada giusta. Riforme che dovevano essere fatte da tempo e che per molto tempo qualcuno ha dimenticato nel cassetto dei ricordi, mai aperto. Dopo i risultati ottenuti nel campo della sanità, l’Abruzzo, quello che lavora e che è dalla parte dei cittadini, porta a casa un altro risultato, questa volta nel settore della mobilità, al secondo posto tra i diritti di civiltà. Il PD Abruzzo non può che essere fiero di questo e dell’impegno profuso da Camillo D’Alessandro al fine di raggiungere questo obiettivo.” Commenta Marco Rapino, segretario regionale PD Abruzzo.

13/11/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Sanità no responses # , , ,

Sulla sanita’ siamo riusciti ad evitare il fallimento, ridare fiducia ai cittadini e anche alla buona politica

“Aprirò nel Pd una serie di incontri sul tema Sanità” dichiara il Segretario dem abruzzese “sulle riforme fatte, su come cambierà in meglio l’assistenza sanitaria, sui fondi che ci verranno assegnati e dove saranno destinati”

 “La sanità abruzzese  dopo decenni potrà riprendere un cammino virtuoso fatto di accordi su riforme, nuove tecnologie, strutture più moderne e servizi qualificati. Avremo una sanità che saprà seguire le esigenze del malato e dei cittadini. L’uscita dal Commissariamento, i conti in regola, le riforme fatte sono obiettivi che ci permettono di accedere a nuovi finanziamenti e rendere vive e concrete le proposte fatte dal Pd e dall’Assessore Silvio Paolucci. I tanti gufi del centrodestra abruzzese rimarranno a digiuno. Speravano di vedere compiuto lo sfascio che avevano provocato cambiando nella ex giunta Pace 5 assessori in cinque anni. Erano gli anni del centrodestra quando il presidente della commissione regionale sanità era nelle mani di Fabrizio Di Stefano e l’Abruzzo cadde in  un deficit pauroso tanto da far rischiare il blocco dei servizi sanitari. Per loro è arrivata una cocente sconfitta. Gli strilli, le goliardie di oggi di Sospiri e Febbo sono per loro stessi un boomerang, la riprova che non hanno saputo governare. Facciano un seria autocritica e magari al posto delle polemiche possano avere tempo per studiare e collaborare con l’Assessore  Paolucci nell’interesse dei cittadini, di tutti i cittadini”.
Marco Rapino, segretario regionale del Partito Democratico, alza i toni del dibattito politico sulla sanità e rivendica al presidente D’Alfonso e all’assessore Paolucci il merito di aver riportato sotto controllo i conti della spesa sanitaria, di aver realizzato scelte innovative, concretizzato progetti, e soprattutto convinto il Governo che l’Abruzzo ha le carte e i conti in regola per poter offrire ai cittadini una assistenza sanitaria migliore. Continue reading

13/11/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

Sullo sviluppo un patto con Confindustria

“Un Abruzzo che ha bisogno di riforme radicali, che deve  puntare sull’innovazione, che aiuti le piccole imprese a crescere , che realizzi infrastrutture, che renda il territorio capace di attrarre investimenti.  Un Abruzzo che fatica a crescere che riesce a consolidare l’esistente. Un Abruzzo che  necessita della politica regionale e del sul suo percorso di riforme,  che sia capace di confrontarsi e di chiedere più attenzione e sostegno  al Governo Nazionale. Questo chiede Confindustria e su questi temi il Partito Democratico non farà mancare il suo aiuto concreto”. Ad annunciare l’appoggio al presidente di Confindustria Abruzzo, Agostino Ballone, è il segretario regionale del Pd Marco Rapino.

“Ho ascoltato con grande attenzione la relazione semestrale sull’andamento dell’industria abruzzese  fatta da Confindustria, dove emergono dati che devono imporre alla politica un cambio di passo e rafforzare le scelte intraprese  dalla Regione. Sono d’accordo con il presidente Ballone quando pone l’accento su una nuova visione della politica rispetto alle cose da discutere e realizzare. Abbiamo un’economia che sta uscendo a piccoli passi dalla crisi, ci sono indicatori che confermano un ritorno al dinamismo imprenditoriale e lasciano sperare in una ripresa positiva ma, nel contempo, servono scelte forti, convinte per compiere quel salto di qualità  auspicato dagli industriali. La relazione di Confindustria”, fa presente Rapino, “ha scandito temi e problemi utili soprattutto al dibattito politico. Nel Pd questo sforzo di comprensione dei problemi è iniziato in modo serio, non a caso tra i temi discussi e sui quali Confindustria chiede massimo impegno ci sono quegli argomenti che il Pd e la Regione stanno portando avanti, come il rilancio della Sanità e il riordino dei conti. Questione che l’assessore Silvio Paolucci ha indicato come strategica non solo per rendere la sanità più moderna ed efficiente ma anche  per recuperare risorse da destinare a sostegno dell’economia”.

Per il segretario del Pd alcune cifre presentate nel rapporto fanno emergere uno spaccato da brivido, in particolare nel settore del credito. “La relazione di Guido Serafini, direttore territoriale di BPER”, prosegue Rapino, “ha posto l’accento suo fatto che le sofferenze bancarie si attestano sul 26%, mentre nel settore delle costruzioni raggiungono cifre impensabili, in Abruzzo siamo al 50% e nelle Marche il volume complessivo delle sofferenze supera il 70%. Non sono cifre da sottacere sono dati che la politica ha il dovere di porre al centro del dibattito e delle scelte. Per questo auspico un confronto serrato tra associazioni imprenditoriali, di categoria e sindacali. Dobbiamo puntare sul dialogo, sulle scelte innovative, sul confronto costante con il Governo. La giunta D’Alfonso sta lavorando con grande impegno per aprire nuove occasioni di sviluppo. Lo dimostrano gli accordi del Masterplan che il presidente del Consiglio Matteo Renzi vuole rendere concreti e sottoscrivere entro dicembre. Un’occasione preziosa per il rilancio dell’intera economia abruzzese”.

12/11/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

Il segretario Marco Rapino ospite de “Il Fatto” su Rete8

Il segretario Marco Rapino ospite de “Il Fatto” su Rete8
Parliamo di Abruzzo, sanità, economia, occupazione e sostegno al reddito

11/11/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

L’Abruzzo torna a crescere, dal Governo un sostegno importante

L’Abruzzo torna a crescere, dal Governo un sostegno importante

“I dati positivi, registrati dalla Banca d’Italia e dal Cresa, ci dicono che sale la produzione industriale, crescono investimenti e fatturati delle imprese, le famiglie tornano a risparmiare e consumare. C’è in Abruzzo un nuovo clima, c’è un forte recupero in tutti i settori dell’economia: dalla produzione, al mondo del lavoro, ai servizi, alle costruzioni. Questi dati confermano il grande lavoro della nostra Giunta Regionale.” Commenta così Marco Rapino, Segretario del PD Abruzzo, i dati illustrati ieri, all’Università di Teramo, dai vertici regionali di Banca d’Italia, in merito all’andamento dell’economia abruzzese.

“Dobbiamo consolidare questi dati e progredire nella via del rilancio. A dare maggiore spinta a questo processo di riforme e sviluppo  l’impegno del presidente Renzi a sostenere i progetti del Masterplan che L’Abruzzo metterà in campo.  Una apertura di fiducia che il Premier ha riservato all’Abruzzo a testimonianza di come la regione sia ormai pronta ad essere protagonista nella stagione di riforme che il Partito democratico ha avviato e messo in atto. Tocca a noi ora proporre progetti strategici, infrastrutture e servizi capaci di sostenere la ripresa. Possiamo farcela e possiamo essere oggi pronti  a investire su nuove scelte a sostegno di tutti, dalle imprese alle famiglie, ai giovani che hanno più possibilità di inserimento occupazionale, a quanti ci hanno dato fiducia nel voler realizzare  riforme vere  per la crescita del Paese”.

10/11/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

Per l’ambiente stabilire un ciclo virtuoso tra istituzioni, politica, cittadini e imprese

“La battaglia contro Ombrina e contro la ricerca petrolifera  si è così radicalizzata tanto da non portare nulla di buono né agli ambientalisti né a quanti hanno chiesto da tempo di aprire un confronto serio su sviluppo e fonti energetiche. Ora bisogna prendere atto che il muro contro muro non funziona, bisogna tornare a parlare seriamente di ambiente, di come tutelarlo e di come riuscire a stabilire un ciclo virtuoso tra istituzioni, politica, cittadini e imprese. Urlare non porta a nulla, discutere e approfondire i temi è la via migliore se vogliamo davvero salvaguardare le nostre coste, il nostro mare e le nostre ambizioni di crescita economica.”

06/11/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

“Lo dico chiaramente: a Francavilla il PD è con Antonio Luciani”

“Lo dico chiaramente: a Francavilla il PD è con Antonio Luciani”

Marco Rapino e Chiara Zappalorto guideranno la fase del voto e la definizione della lista che sarà di leale appoggio e quindi condivisa con il Sindaco Luciani.

“Il Partito Democratico in Abruzzo è al governo della nostra Regione da quasi un anno e mezzo, guidiamo le città più importanti del territorio, tutte le province, il capoluogo e la città di Pescara. Ogni giorno le nostre amministratrici e i nostri amministratori lavorano portando avanti, sul campo, valori, proposte e iniziative che ci fanno riconoscere come la più grande comunità politica di questa Regione. Un patrimonio vasto, fatto di sindaci, assessori, consiglieri, che con coraggio e fatica operano a favore del nostro territorio e di chi lo abita. Io credo che di questo capitale umano, per valori, proposte, coraggio e formidabile spirito di iniziativa faccia parte anche Antonio Luciani.” Inizia così Marco Rapino, il suo intervento in vista della prossima tornata elettorale di primavera che vedrà coinvolta anche la città di Francavilla.

Continua: “Lo dico chiaramente, perché c’è bisogno di segnare la linea: Il Pd è con Antonio Luciani. Siamo pronti a sostenere il Sindaco che in questi anni ha saputo dare nuovo ruolo alla città. Ho più volte ribadito nei luoghi di direzione politica che il Pd che ho in mente, è un partito vincente, nuovo, che ha il coraggio di stare vicino ai cittadini ed è il luogo dove chi vuole contribuire a scrivere il futuro della propria comunità deve poter venire a dare il proprio contributo. Mi sono più volte confrontato con il Pd locale, che ringrazio per aver lavorato nella direzione giusta, nonostante tutte le criticità che venivano dal passato. Oggi c’è una fase nuova, io stesso, insieme al segretario provinciale, ai vertici regionali del nostro partito e in concertazione con il pd locale, sarò in campo in tutti i passaggi formali. A Francavilla abbiamo un’amministrazione in grado di tornare a vincere e un Partito solido che ha voglia di scommettere su un progetto vero per la città. Il Pd oggi si deve fare promotore di un percorso che ci consenta di mettere a servizio dei cittadini il consolidamento dei buoni risultati ottenuti.”

02/11/15 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , , ,

“La gente vuole curarsi non vuole assistere alle polemichette del centrodestra”

“La gente vuole curarsi non vuole assistere alle polemichette del centrodestra”

“Spazzare via gli sprechi, ridurre una odiosa burocrazia, dare servizi sanitari rapidi ed efficienti ai malati. Questo il progetto del Partito democratico per una sanità migliore. Una scelta chiara che prevede, tra l’altro, una drastica riduzione delle Asl, così come progettato e indicato dal Pd e dall’assessore Silvio Paolucci”. Marco Rapino, Segretario regionale del Pd Abruzzo, ribadisce la linea netta scelta dai Circoli e dirigenti del suo partito nel voler realizzare la riforma della sanità regionale.

“Lo sanno bene i cittadini e i malati”, attacca Rapino, che accusa il Centrodestra di voler sabotare una riforma necessaria e innovativa, “alla gente che vuole curarsi non importa le polemichette inscenate dal centrodestra, dai Sospiri, dai Febbo e dai Pagano”, puntualizza Rapino, “alla gente comune che ha bisogno di servizi sanitari, interessa solo avere ospedali che funzionano, che siano efficienti, che ci sia un personale qualificato e disponibile. A chi si rivolge ad una Asl interessa pagare meno ticket, non fare le odiose file di attesa, essere curati e seguiti in modo attento. Il Pd e l’assessore Paolucci hanno questo obiettivo”. Alle critiche delle opposizioni di centrodestra Rapino replica in modo perentorio.

 “Sappiamo che ci sono e ci saranno resistenze, che ci sono interessi grandi e piccoli che vogliono frenare le riforme”, rivela Rapino, “che il centrodestra metterà in campo polemiche astiose e goliarde, che si diranno menzogne, che ci saranno ipocrisie e opportunismi. Tutto questo non ci fermerà, le scelte saranno giudicate dai cittadini e dagli operatori. Faremo scelte condivise, chiameremo a discutere come già fatto in altre occasioni, chi vuole cambiare un sistema che è da tempo fallito ed inefficiente, ma noi rispetteremo un solo principio: una migliore sanità e zero sprechi”.

 

14/10/15 Abruzzo , Lavoro no responses # , , ,

#abruzzoriparte. Masterplan: 4 appuntamenti #conilPD

 “Il mese di ottobre sarà il mese del Masterplan. Un appuntamento molto importante per tutti noi, un’opportunità che non possiamo permetterci di lasciare sfumare. Per questo abbiamo deciso di aprire la discussione su questo argomento con le quattro direzioni provinciali che verranno riunite e alle quali verranno invitati a partecipare tutti i nostri militanti, i segretari di circolo, i nostri Assessori e Consiglieri Regionali, il Presidente della Giunta Regionale, i Presidenti delle Province e Consiglieri provinciali, i Parlamentari abruzzesi e gli amministratori del Partito Democratico.. Lo faremo per due motivi principali: il primo è che il nostro partito è un partito aperto al dialogo; il secondo è che solo partendo dal confronto possiamo definire, in maniera compiuta e nel merito, quale sarà il nostro indirizzo politico”.
Marco Rapino
‪#‎abruzzoriparte‬ ‪#‎conilPD‬ ‪#‎lavoltabuona‬
Master-plan-INCONTRI

11/10/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

sundaynews n.8 #lavoltabuona !

Anche oggi il nostro appuntamento della domenica!

Da diversi mesi il nostro partito è impegnato su più fronti e il grande impegno dimostrato dovrà essere raddoppiato per le prossime sfide che ci attendono. Parlo di sfide perchè avere come obiettivo principale quello di cambiare la nostra Regione è, per noi tutti, una sfida che abbiamo deciso di raccogliere per vincere e non per perdere. Una scommessa che facciamo su noi stessi, sulle nostre capacità e sulle nostre potenzialità, tenendo molto bene a mente quali devono essere le nostre parole d’ordine: impegno e crescita.

Il mese di ottobre sarà il mese del Masterplan. Un appuntamento molto importante per tutti noi, un’opportunità che non possiamo permetterci di lasciare sfumare. Per questo abbiamo deciso di aprire la discussione su questo argomento con le quattro direzioni provinciali che verranno riunite e alle quali verranno invitati a partecipare tutti i nostri militanti, i segretari di circolo, i nostri Assessori Regionali e il Presidente della Giunta Regionale. Lo faremo per due motivi principali: il primo è che il nostro partito è un partito aperto al dialogo; il secondo è che solo partendo dal confronto possiamo definire, in maniera compiuta e nel merito, quale sarà il nostro indirizzo politico.

Prima di entrare nel vivo delle prossime settimane quello di cui voglio parlare oggi con voi sono i numeri, i dati e i fatti relativi alle attività svolte dal nostro Governo Regionale fino ad oggi. In poco più di un anno, infatti, il Partito Democratico è stato protagonista e partecipe, a livello regionale, di un enorme lavoro che ci sta portando ad ottenere un grande cambiamento.

Abbiamo stanziato oltre 200.000.000 milioni di euro per la tutela del suolo e per contrastare gli effetti disastrosi di frane e alluvioni. Abbiamo finanziato opere per il miglioramento del sistema di depurazione della rete fognaria e degli acquedotti per un totale di 170.878.577 milioni di euro. Abbiamo dato il via alla prima e definitiva operazione per la digitalizzazione della nostra regione: 42.100.000 milioni di euro per garantire più velocità alla rete internet delle aree più svantaggiate e delle “Città distretto”, 150.000.000 milioni di euro derivanti dall’Accordo con il Mise per il completamento dei collegamenti in 50 comuni con popolazione superiore ai 4.500 abitanti. Abbiamo finanziato con 11.067.087 milioni di euro, dopo anni di totale incuria, il riavvio della manutenzione delle strade e con i 120.000.000 milioni di euro destinati dal Governo nazionale provvediamo alla realizzazione della Fondovalle Sangro. Abbiamo finanziato misure destinate all’Automotive per un totale di 23.400.000 milioni di euro e investito 96.500.000 milioni di euro nel settore dell’agricoltura a beneficio di giovani imprenditori, dell’agricoltura biologica e del vitivinicolo. Abbiamo progettato la pista ciclabile più lunga d’Europa e l’abbiamo finanziata con 34.105.369 milioni di euro. 6.000.000 milioni di euro sono stati stanziati per i porti abruzzesi e altri 18.220.000 milioni di euro per ulteriori realizzazioni dei porti di Giulianova, Pescara, Ortona e Vasto.

Per l’Italia questa è la volta buona? Anche per l’Abruzzo deve esserlo. La musica è cambiata, le cose sono cambiate e soprattutto dobbiamo convincerci del fatto che si può fare sempre di più e che, noi, siamo qui per questo. Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo messo noi stessi e il nostro modo di fare politica al servizio dell’Abruzzo. Il nostro Pd continuerà ad impegnarsi al fianco delle amministrazioni per trovare le risposte ai veri problemi del territorio, proponendo idee, soluzioni e cercando di rendere il nostro territorio competitivo su scala nazionale ed internazionale.

Se da una parte, è vero, c’è chi spera che tutto vada male, dall’altra c’è chi prova a cambiare le cose senza arrendersi di fronte alle difficoltà.

Noi siamo dalla parte della speranza e della fiducia e questa è la nostra strada!

Un abbraccio,

Marco 

#abruzzoriparte+marco rapino+pd abruzzo+abruzzoportisviluppoviabilitàabruzzosicuro

 

24/09/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , ,

“La festa de L’Unità è la festa della nostra comunità politica, non possiamo che esserne fieri”

“La festa de L’Unità è la festa della nostra comunità politica, non possiamo che esserne fieri”

“Il partito è il principale strumento di cambiamento che abbiamo a disposizione e il cambiamento si realizza con la politica. Il partito siamo noi tutti e sono principalmente i nostri militanti che animano i circoli, che organizzano e danno l’anima anche nella realizzazione di Feste come questa. La nostra comunità politica deve essere il punto di riferimento per il confronto, per la crescita del nostro partito e per il superamento dei localismi”. Lo afferma Marco Rapino, segretario regionale del Pd Abruzzo.
DSC_8154” Oggi, in questa circostanza e grazie anche alla disponibilità del Partito Democratico Nazionale, il PD Abruzzo ha messo in campo tutto se stesso, tutta la sua comunità e ha segnato un passo decisivo su questo percorso che ci aiuterà ad individuare una classe dirigente solidale, a formare una base pronta a concorrere per una visione più ampia di quella individuale. Questo è l’obiettivo di questa festa che il PD Abruzzo ha voluto realizzare a tutti i costi. A maggior ragione con l’unione delle forze insieme al PD Molise. La nostra visione di futuro supera steccati, confini geografici e mai come ora il futuro é nella nostra capacità di stabilire alleanze, suscitare interessi e azioni concrete. L’Abruzzo non solo come terra di passaggio ma con un ruolo ben preciso all’interno della prospettiva della Macroregione Adriatico Ionica, una occasione che premierà i nostri attuali sforzi di essere protagonisti.”

 

20/09/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , , ,

Sundaynews n.7 ‪#‎festaunita‬

Sundaynews n.7 ‪#‎festaunita‬

Ciao a tutti,

Negli ultimi mesi sono successe innumerevoli cose e, su ogni vicenda, il Partito Democratico ha dimostrato di essere un partito aperto al confronto. Un confronto con alla base idee, progetti ma soprattutto una visione di futuro ben definita per la nostra Regione. Vogliamo abbandonare i localismi e lo stiamo facendo per il bene della nostra terra. Abbiamo messo a disposizione tutto il partito e lo abbiamo fatto perchè noi una visione ce l’abbiamo. E ce l’abbiamo perchè al nostro interno ci confrontiamo. Per ogni cosa deve essere così, in ogni luogo deve essere così, in ogni circolo, in ogni territorio. Il partito, oggi come oggi, è l’unico luogo in cui è possibile riuscire a riscoprire il valore di una comunità attraverso il dialogo e tutti dobbiamo riuscire a mettere in moto quel meccanismo che ci permette di rimanere uniti nel raggiungere gli obiettivi.

Confronto, dialogo e comunicazione. Noi, tutti insieme, dobbiamo lavorare su queste tre leve.
Il confronto di posizioni differenti porta al dialogo e alla crescita come partito ma soprattutto come comunità politica. La comunicazione non deve riferirsi solo al nostro interno ma deve guardare verso
l’esterno, deve saper parlare a tutti, deve poter spiegare e raccontare la nostra visione. Noi siamo una rete di persone e come rete dobbiamo riuscire a trasmettere, all’esterno, la nostra visione, quello che siamo in grado di fare e quello che sognamo per il futuro.

Qualcosa su questo manca. Forse in alcuni casi la mancanza di canali attraverso cui comunicare, altre volte la mancanza di informazioni precise. Beh io voglio fare questo salto e lo voglio fare insieme a voi: militanti, iscritti, simpatizzanti, amministratori. Voglio conoscere e voglio imparare a raccontare la mia attività di Segreterio nel migliore dei modi e voglio che anche voi raccontiate quello che fate, quello che costruite nel migliore dei modi.

Questo esperimento lo faremo insieme al Molise, i nostri vicini di casa. Per raccontare insieme l’Adriatico, che è la nostra sfida che ci unisce e ci porta in Europa con una funzione. E sono felice di aver fatto questa scelta perchè non possiamo immaginare il futuro da soli.

Allora aspetto tutti voi, la prossima settimana, alla Festa Nazionale dell’Unità sulla Comunicazione che si terrà a Vasto.

Apriremo questo evento eccezionale con Il Ministro Marianna Madia giovedì 24 settembre alle ore 17.00 presso Palazzo D’Avalos, Vasto.

Non mancate, questa è la festa di tutti quanti noi, è la festa della nostra Regione.

Marco Rapino

Link al Pdf:  programma completo

Il luoghi della Festa: a Vasto

Come raggiungerci: Palazzo D’Avalos

In collaborazione con: http://www.wlsnet.eu/



PROGRAMMA FESTA UNITA COMUNICAZIONE 2015 ABRUZZO




18/09/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

IL PD NAZIONALE IN ABRUZZO E MOLISE PER LA FESTA DELL’UNITA’ SULLA COMUNICAZIONE

IL PD NAZIONALE IN ABRUZZO E MOLISE PER LA FESTA DELL’UNITA’ SULLA COMUNICAZIONE

Presentato questa mattina, in conferenza stampa con On. Alessia Rotta, Deputato PD e Responsabile Comunicazione della Segreteria Nazionale del Partito Democratico, Marco Rapino, Segretario Regionale del PD Abruzzo e Luca Iosue Responsabile Organizzazione del PD Molise, il programma della quattro giorni sulla comunicazione del PD nazionale prevista per i giorni 24, 25, 26 e 27 che vedrà come protagoniste le città di Vasto e Termoli.

Marco Rapino+ Alessia Rotta+ Pd+Pd Abruzzo

All’inaugurazione, prevista per giovedì 24 settembre, interverrà a Vasto il Ministro Marianna Madia in un dibattito dedicato alla comunicazione nella pubblica amministrazione, mentre la prima giornata si concluderà a Termoli con la presenza di Walter Verini, Fabrizio Rondolino, Eric Jozsef, Claudia Fusani in una tavola rotonda dedicata all’informazione giornalistica tra privacy e diritto di cronaca.

I giorni 25 a Termoli, 26 e 27 a Vasto vedranno un susseguirsi di dibattiti ed incontri sulle nuove forme di comunicazione alla presenza di personalità di rilievo del mondo di Google e Facebook, verranno approfonditi focus tematici su immigrazione e privacy sulla rete. La festa si concluderà domenica 27 a Vasto alla presenza del Capogruppo PD alla Camera dei Deputati Ettore Rosato.

“E’ fondamentale sottolineare l’importante ruolo che la comunicazione svolge nella politica e per la politica mettendo in rilievo la connessione e il legami tra i territori.” – commenta Alessia Rotta – “Nuove tecnologie, old media e contatto reale con le persone vivono in maniera integrata nella comunicazione di oggi. In questa Festa affronteremo tematiche di attualità politica e parlamentare guardando all’utilizzo dei social network e definiremo in maniera esaustiva il ruolo dello storytelling, come raccontiamo il nostro partito e la nostra politica”

“Io credo che sia fondamentale in un momento in cui governiamo tutto fare uno sforzo sulla nostra comunità politica. Davanti ad un momento di grande responsabilità come quello attuale dobbiamo assolutamente riuscire a selezionare una nuova classe dirigente in funzione del domani.” Afferma Marco Rapino, e continua “L’obiettivo di questa Festa è sensibilizzare il nostro partito locale alla capacità di innovarsi e alla volontà di trovare uno stesso linguaggio.”

“E’ la prima volta nella storia del PD che due Regioni riescono a mettere in piedi una Festa dell’Unità” esordisce Luca Iossue, “Con questo evidenziamo l’importante tema della separazione delle attuali regioni. A distanza di 52 anni dalla separazione dell’Abruzzo dal Molise è importante analizzare le conseguenze e le prospettive di sviluppo economico che un’area vasta porterebbe al nostro territorio. Superare i localismi è l’unica strada per uscire dall’isolamento economico e culturale.”

12/09/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , ,

 “Soddisfatti dell’operato di D’Alfonso, ora confronto programmatico con Sel”

“Con Sel apriremo un confronto programmatico vero su temi di grande valore per la sinistra”.
Annuncia Marco Rapino, segretario regionale del Pd : “sarà una grande occasione, per dare contenuti alle politiche sociali, come lavoro, ambiente, sviluppo sostenibile, salari”.
“Metteremo al centro del confronto quelle proposte regionali sollecitate da Sel”, fa presente Rapino, “che sapranno aprire nuovi spazi con i cittadini, con quella fascia di persone che stanno soffrendo di più la crisi economica e del lavoro. Porteremo, come chiesto lealmente da Sel, quei progetti sociali di aiuti ai giovani senza lavoro, a cui vanno garantiti nuovi percorsi di inserimento occupazionale e sostegni economici; così come metteremo in campo benefici concreti alle famiglie e a quei lavoratori che sono usciti dal ciclo produttivo. Tutto sarà incentrato sul rilancio dei temi economici, partendo dal basso, ossia le piccole imprese, gli artigiani, le micro aziende che hanno una urgente necessità di nuove politiche finanziarie, creditizie e fiscali”. Continue reading

09/09/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

“La riconferma di Micucci uno stop alle politiche di sviluppo”

“Il Partito democratico non si occupa  tantomeno decide nomine e carriere”, puntualizza Rapino, “ma possiamo serenamente dare un giudizio negativo della gestione della Finanziaria regionale guidata da Micucci, insediato dal centrodestra nel novembre del 2009 come esponente di Forza Italia. Non  possono bastare come risultati avuti in questi sei anni gli spot pubblicitari o le interviste auto promozionali per dimostrare di aver fatto un buon lavoro. Finora gli annunci di rilancio, di piani di sviluppo, di crescita imprenditoriale ed occupazionale, annunciati da Micucci non si sono concretizzati, e se qualcosa è stato fatto, i risultati sono al di sotto delle aspettative e, soprattutto, delle risorse impiegate. Una gestione deludente che non ha segnato nessun salto di qualità sul piano del cambiamento e dell’innovazione”. Continue reading

02/09/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

La ripresa c’è e noi la stiamo favorendo

“I dati Istat sono tanto chiari quanto positivi. La ripresa c’è e questo governo regionale la sta favorendo con la sua azione concreta e determinata”. E’ questo il commento di Marco Rapino, segretario regionale del Partito Democratico, al rapporto sull’andamento del mercato del lavoro in Abruzzo nel secondo trimestre del 2015 pubblicato ieri dall’Istat.

“Gli occupati crescono di 9.000 unità – prosegue Rapino – passando da 459mila a 468mila e portando il tasso di occupazione dal 52,1 per cento al 53,5 con un balzo percentuale che sfiora il punto e mezzo. Aumenta anche il numero di imprese attive, che rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso sono quasi 900 in più. Notevole poi il calo della cassa integrazione che – secondo uno studio della Cisl regionale – permette al settore industriale di tornare ai livelli pre-crisi. Non solo: si è registrato anche un aumento di richiesta di energia elettrica industriale e del numero di brevetti e innovazioni depositati. E non ci si faccia ingannare dall’incremento del numero di persone in cerca di occupazione: tale aumento è indice di rinnovata fiducia nella ripresa economica, poiché si tratta per la maggior parte di unità che ristagnavano nella categoria degli inattivi, ovvero di coloro che il lavoro non lo cercavano più”. Il merito di questo andamento positivo – conclude il segretario regionale del PD – è certamente degli strumenti messi in campo dal governo Renzi, ma anche delle politiche di stimolo dell’economia praticate dalla giunta D’Alfonso e dalla maggioranza che la sostiene”.

02/09/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

“L’alleanza con Sel non e’ in discussione, così come non è in discussione la loro presenza nella squadra di governo

“L’alleanza con Sel non è in discussione, così come non è in discussione la loro presenza nella squadra di governo regionale. Allo stesso modo e con la stessa convinzione riteniamo però che l’impegno di tutti, a questo punto, debba essere assoluto nel bene dell’Abruzzo e dei suoi cittadini.”
Commenta così Marco Rapino, Segretario del PD Abruzzo, le dichiarazioni rilasciate da Tommaso Di Febo, Coordinatore Regionale Sel Abruzzo, comparse oggi su Il Messaggero.

“Il Partito Democratico ha dato prova di equilibrio per favorire una maggiore coesione tra gli alleati, mettendoci a disposizione da subito”, continua il Segretario.

“Alle richieste sollevate da Abruzzo Civico, abbiamo ritenuto opportuno seguire la strada della responsabilità attraverso il dialogo. Abbiamo apprezzato le questioni poste da Sel, tra cui l’introduzione del reddito minimo garantito. Richieste giuste, oneste e leali, fatte per dare maggiore coesione al lavoro del centrosinistra e centrare meglio i tanti obiettivi che da sempre condividiamo. Gli obiettivi, però, non vanno solo elencati, gli obiettivi devono essere anche centrati. I nostri elettori vogliono che si lavori per un centrosinistra unito, per il rafforzamento di un’alleanza che sia espressione di tutti e non solo degli equilibri tra forze politiche. In Abruzzo, in tanti comuni, siamo impegnati a portare avanti contenuti che appartengono al bagaglio culturale e valoriale del nostro popolo, mettere tutto questo a rischio per delle dinamiche lontane dai nostri obiettivi sarebbe un grave errore” – sottolinea il Segretario. Siamo convinti che il Presidente D’Alfonso, a cui spetta la scelta, saprà trovare l’equilibrio migliore che ci consentirà di avere una solida maggioranza sulla quale contare” conclude.

25/08/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , ,

“La difesa dell’ambiente e il rispetto della natura si realizzano con progetti chiari. La visita del Premier motivo di orgoglio non solo per il Pd”

“La difesa dell’ambiente e il rispetto della natura si realizzano con progetti chiari e investimenti concreti. Cose che la giunta D’Alfonso e il Pd stanno facendo per il risanamento dei fiumi e l’ammodernando delle strutture di depurazione . La Regione ha investito 150 milioni per nuove opere a tutela dell’ambiente, per disinquinare i fiumi e le acque marine. Il Pd non protesta ma realizza. Gli ambientalisti fanno chiasso sperando di avere qualche spazio mediatico. Poi, come al solito il nulla, non hanno idee e non propongono progetti. La visita del Premier Renzi è un motivo di orgoglio non solo per il Pd, ma lo è per la città dell’Aquila, per la sua Provincia e per L’Abruzzo. Il Partito democratico mantiene le sue promesse. Per questo stiano certi gli ambientalisti o presunti tali, perché malgrado le loro proteste, i loro schiamazzi, noi i fiumi e il mare abruzzese lo difendiamo davvero non con le sciocche invettive, ma con progetti e opere. Noi investiamo su un futuro migliore per il benessere di tutti, ambientalisti compresi”.

29/07/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , ,

Per Bussi la posta in gioco e’ alta. Si a scelte che prediligano prudenza e garanzie

Si è svolto, nei giorni scorsi, un incontro del Segretario Marco Rapino con i Consiglieri Comunali del PD di Bussi sul Tirino e il direttivo del Circolo. Il tema dell’incontro è la vicenda del sito industriale della località dopo le ultime notizie relative ad una eventuale acquisizione, da parte dell’amministrazione comunale,  delle aree interne ed esterne del sito industriale.

“Ho avuto modo di confrontarmi con i Consiglieri ed il direttivo del PD su questa questione e ritengo che la proposta da loro fatta al Sindaco sia valida e che persegua la giusta direzione verso  una reindustrializzazione dell’area che tiene in giusto conto la questione ambientale –  spiega Rapino – ma soprattutto offre maggiori garanzie. Una proposta che cancella i rischi da parte dell’amministrazione comunale, e quindi della sua  comunità, di entrare in possesso di siti non bonificati e verso i quali ci si potrebbe trovare in futuro a dover intervenire, in qualità di proprietaria non responsabile, per possibili bonifiche, scaricando sui cittadini e sulle generazioni future i costi di questa operazione. Cosa diversa invece, se a cedere le aree in diritto di superficie al nuovo imprenditore fosse proprio la Solvay, legittima proprietaria delle stesse consentendo allo stesso tempo di essere garante sulla efficacia del nuovo e auspicato investimento. Non si tratta di una proposta che tende a rallentare il processo messo in moto di ricerca di nuovi finanziatori o imprese interessate a questi siti. Si tratta semplicemente di assumere un atteggiamento capace di dare il massimo delle garanzie possibili. Non possiamo permettere che future imprese decidano di insediarsi e poi lascino all’amministrazione comunale l’onere, economico e non solo, di provvedere, dopo eventuali ripensamenti, alla bonifica di questi terreni. La posta in gioco è alta ed è responsabilità di tutti gestire il futuro nel modo migliore, coniugando efficacemente la tutela dell’ambiente e lo sviluppo economico del territorio. Su questa proposta che è di buon senso – conclude Rapino – troverete il PD disponibile al vostro fianco e insieme al sindacato, attivando tutte le risorse, istituzionali e politiche affinché insieme, si raggiunga al più presto l’obiettivo.”

25/07/15 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , , ,

Il riformismo è coraggio e noi stiamo scrivendo una nuova pagina per l’Abruzzo

“Il riformismo, quello vero, ha il coraggio di fare le scelte giuste anche se impopolari. È quello in grado di lavorare per una vera ridistribuzione dei benefici a favore di tutta la popolazione e su tutti i territori.”
Commenta così Marco Rapino, Segretario del Pd Abruzzo, la notizia dell’uscita dal Commissariamento della sanità regionale.
“Un riformismo che ha accordato alla nostra Regione una premialità di 69 milioni, l’approvazione di un nuovo accordo di programma per la costruzione di 5 nuovi ospedali e la ristrutturazione dell’ospedale di Penne, per un ammontare complessivo di 371 milioni. Questo può e deve essere definito un grande risultato ed un’ottima notizia per la nostra Regione, di cui va dato merito alla Giunta regionale, al Presidente D’Alfonso e all’Assessore Paolucci” – spiega Rapino.
“Se oggi l’Abruzzo può uscire dal commissariamento è perché l’attuale Giunta si è caricata scelte, che nella legislatura precedente Forza Italia aveva bloccato e rinviato. I consiglieri di Forza Italia, forse per facile populismo o per poca memoria, non fanno altro che criticare, alimentando la protesta e la demagogia fine a se stesse, ed è molto grave l’annuncio di un’opposizione pregiudiziale, sui temi legati alla salute degli abruzzesi. Così come è dimostrazione di scarsa conoscenza degli atti affermare che con il decreto Lorenzin saranno chiusi tutti gli ospedali. Un modo per alimentare paure prive di fondamento. Nessun ospedale sarà chiuso e con il nuovo piano di riqualificazione sanitaria, su cui da subito dobbiamo iniziare a lavorare puntando all’eccellenza, alla qualità dei reparti e alle cure domiciliari, i consiglieri di Forza Italia dovranno fare i conti con un altro risultato firmato PD. Insieme agli amministratori, agli elettori e ai militanti scriveremo una nuova pagina per la sanità abruzzese, a cominciare dal primo incontro che si terrà il prossimo 3 agosto. Queste sono le sfide per cui ci sentiamo pronti e che dobbiamo vincere, nonostante le “grida” demagogiche dei consiglieri di Forza Italia”– conclude il Segretario.

14/07/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , ,

‘Il partito e’ fondamentale per la scelta della nostra classe dirigente’

“Ho letto la proposta di riforma elettorale, che Massimo Cialente, ha reso pubblica rivolgendosi sia a me sia al Governatore della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso. Ritengo che le considerazioni e i buoni propositi del Sindaco siano giuste se l’obiettivo che vogliamo porci è quello di costruire una visione generale d’Abruzzo.”

Lo afferma Marco Rapino, segretario regionale del Partito democratico.
“Viviamo in una regione dove il policentrismo rischia di accentuare troppi localismi – spiega Rapino – che possono frenare una strategia comune che punta al benessere di tutti i cittadini. Questo limite oggi viene accentuato anche dalla legge elettorale. Nel Partito Democratico, su questo, sarà necessario un dibattito interno per cercare di discutere e confrontarsi senza pregiudizi, alla luce del sole per trovare e proporre soluzioni concrete. Vogliamo rendere più ampia la nostra idea d’Abruzzo. Per affrontare temi così delicati come i localismi, le strategie per il nostro futuro, la visione della nostra Regione, dobbiamo fare emergere l’importanza del ruolo del partito nell’effettuare le scelte che ci portano alla selezione della nostra classe dirigente. Ecco perché sto spendendo il mio mandato per ridare senso ai luoghi del nostro partito, partendo dai circoli e dalle nostre assemblee, solo ridando forza e protagonismo ai nostri militanti potremo mettere in campo, con forza, una comunità politica che si riconosce in un Abruzzo finalmente unito.”
Marco-Rapino + pd abruzzo

06/07/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Sanità no responses # , , ,

Felici di sapere che i Consiglieri di Forza Italia stiano lavorando duramente in questi mesi e che continueranno a farlo. Se avessero cominciato a farlo anche quando erano maggioranza in Regione…

“Felici di sapere che i Consiglieri di Forza Italia stiano lavorando duramente in questi mesi e che continueranno a farlo. Se avessero cominciato a farlo anche quando erano maggioranza in Regione forse, oggi, le cose sarebbero diverse e anche migliori, nonostante lo sforzo di programmazione che il centrosinistra ha messo in piedi da un anno a questa parte.” Lo afferma Marco Rapino, segretario regionale del Partito Democratico d’Abruzzo. Continue reading

04/07/15 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , , ,

Su compartecipazione opposizioni spregiudicate, a rischio posti di lavoro e assistenza”

«Sul tema della compartecipazione le opposizioni di centrodestra e del Movimento 5 Stelle stanno pregiudicando il futuro dei lavoratori, mettendo a rischio l’erogazione dei servizi sul fronte socio-sanitario. È un atteggiamento sconcertante». Lo afferma Marco Rapino, segretario regionale del Partito democratico. marco rapino+ pd abruzzo

«Con il loro ostruzionismo – spiega Rapino – le opposizioni stanno impedendo, di fatto, l’adozione del regolamento. Questo vuol dire scaricare i disagi sulle imprese, sui lavoratori e sui cittadini in quanto non consente di erogare le somme dovute alle strutture sociosanitarie per le prestazioni già svolte. Vale la pena ricordare che tutti i costi relativi alla quota sociale della compartecipazione a carico degli utenti saranno coperti dal Fondo per l’integrazione socio-sanitaria istituito dalla Regione Abruzzo: la Regione rimborserà per intero ai Comuni gli importi che saranno sostenuti per coprire la quota sociale, determinata dai Decreti. L’obbligo di compartecipazione era stato introdotto dai DPCM 14 febbraio 2001 (Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni socio-sanitarie) e dal DPCM 29 novembre 2001 (Definizione dei livelli essenziali di assistenza), che la Regione non aveva recepito, pur costituendo, negli ultimi anni, uno degli impegni fondamentali e dirimenti del Piano di rientro sanitario, al quale già le altre Regioni avevano adempiuto e che per la Regione Abruzzo costituiva uno dei più rilevanti motivi ostativi per la risoluzione del commissariamento».

«Siamo pienamente consapevoli delle difficoltà che l’introduzione di tale misura comporta nei confronti dei cittadini e degli enti locali, ancor più in un contesto socio-economico di difficoltà generale: ecco perché abbiamo inteso introdurre tutte le misure compensative possibili per ridurre tale impatto, grazie anche alla partecipazione di tutti coloro che, comprendendo l’indifferibilità e l’inevitabilità di queste decisioni, hanno concorso come forze sociali e politiche a formulare proposte. La piena riuscita di questa operazione sarà garantita solo se Regione, Comuni e strutture sanitarie collaboreranno attivamente fra loro, a cominciare dalla necessaria mappatura degli assistiti, dalla ricognizione della spesa e dal rispetto delle procedure nei tempi stabiliti».

15/06/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

A Luigi Febo dobbiamo riconoscere il grande pregio aver riportato politica fra cittadini e capacità saper ascoltare le persone

Congratulazioni a Umberto di Primio riconfermato, ieri, Sindaco della città di Chieti e buon lavoro a Luigi Febo che, insieme agli eletti della coalizione di centrosinistra, lavorerà all’opposizione per portare in Consiglio le tante richieste dei cittadini che lo hanno scelto e che lo hanno incontrato nel corso di questa campagna elettorale. A Luigi riconosco il grande pregio di aver riportato la politica fra i cittadini di Chieti e la capacità di saper ascoltare le persone. Queste elezioni e l’alto livello di astensionismo hanno evidenziato il forte distacco delle persone dalla politica. Che la motivazione sia la mancanza di fiducia nella politica o la reazione alle riforme che il Partito Democratico ha deciso, giustamente, di portare avanti sia a livello nazionale sia a livello regionale, il nostro obiettivo, ora, deve essere lavorare per dare voce a chi nel cambiamento ci crede e ci ha creduto davvero e aiutare, chi ieri ha deciso di non votare, a tornare a dare il giusto valore al proprio voto, nel nome del binomio “diritto/dovere” a cui nessuno dovrebbe mai rinunciare o sottrarsi.

Marco Rapino
Segretario Partito Democratico d’Abruzzo

11/06/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

VENERDI 12 GIUGNO TUTTI A CHIETI PER LUIGI FEBO SINDACO

Giornata ricca di iniziative venerdì 12 giugno a Chieti per la chiusura della campagna elettorale di Luigi Febo.

Alle ore 14:30 il Ministro Dario Franceschini con il candidato Luigi Febo sarà alla Civitella per un incontro con la stampa per poi proseguire la visita al Museo Archeologico Nazionale insieme agli operatori culturali cittadini.

Alle ore 19:00 comizio di chiusura del candidato Sindaco Luigi Febo a Chieti Scalo in piazzale Marconi

Dalle ore 20:00  FESTA per Chieti nella piazzetta dell’ex Pescheria  in via Arniense, con musica, spettacoli e … panini e birra…a prezzi popolari
(Sono previsti Bus Navetta gratuiti da Chieti Scalo dal Villaggio Mediterraneo, Via Pescara, Stazione Chieti Scalo)

Il TUO VOTO DECIDE il TUO FUTURO
A Chieti domenica 14 giugno votiamo  per LUIGI FEBO Sindaco

Vi aspettiamo

Marco Rapino
Segretario regionale PD Abruzzo

chieti+pd abruzzo+marco rapino+luigi febochieti+pd abruzzo+marco rapino

01/06/15 Abruzzo , Partito Democratico no responses # , , , ,

Le elezioni amministrative in Abruzzo sono ottimo risultato del PD. Ora concentrati sul ballottaggio a Chieti

 Pronti al confronto con tutti coloro che vogliono un cambiamento

“Il Pd in Abruzzo ha conquistato importanti spazi. I Comuni con popolazione oltre i cinquemila abitanti erano tutti governati dal Centro Destra, abbiamo riconquistato Guardiagrele e Carsoli due comuni importantissimi. Per Di Primio a Chieti questa tornata elettorale ha rappresentato una severa bocciatura, Forza Italia perde più di seimila voti e il PD si attesta come primo partito in città, che aspira ad un netto cambiamento. Merito e plauso a Luigi Febo lo rappresenta. Noi vogliamo Chieti protagonista dei fatti non delle balle raccontate dal centrodestra in questa campagna elettorale. Con noi, quindi, tutti quelli che vogliono mandare a casa Di Primio.” Commenta il segretario del regionale Marco Rapino. “Ci apprestiamo dunque a lavorare con i cittadini e le forze politiche in campo per il ballottaggio. Non siamo lontani da SEL nè da Di Paolo, quindi la nostra previsione è molto positiva. La città ha chiesto un cambiamento – conclude Rapino – e noi lavoreremo per realizzarlo” . (MDP)

30/05/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , ,

#sundaynews n. 6 Oggi, #ripartiamodaqui‏

banner #insiemealpd
Buongiorno a tutte le elettrici e gli elettori d’Abruzzo!

Oggi si voterà in 62 comuni abruzzesi e il Partito Democratico è presente in tutte le località con candidate e candidati anche nelle liste civiche.

In queste settimane di campagna elettorale  ho potuto registrare una forte richiesta di inversione di rotta.

A livello nazionale e a livello regionale abbiamo già inaugurato la stagione della competenza e dell’efficienza per cambiare il nostro Paese e l’Abruzzo.

Lo stiamo facendo in materia sociosanitaria, in termini di servizi e sotto l’aspetto occupazionale.

Ed è nostro intento non lasciare indietro nessuno.

L’Abruzzo ha tutti i numeri per ripartire, per investire sui talenti, sulla qualità e noi siamo il partito del cambiamento.

Siamo una grande forza politica, coesa a tutti i livelli Istituzionali e ora abbiamo bisogno di un importante consenso elettorale, soprattutto in città come Chieti, per rendere il nostro lavoro più incisivo e determinato nel dare risposte concrete ai cittadini.

Ovunque il centrodestra non ha prodotto nulla e questo i cittadini lo sanno.

A noi il compito di ridare funzione strategica e primaria a tutti i territori di questa regione, puntare su tutte le qualità e ottimizzare le capacità  straordinarie che chi ha amministrato ha reso totalmente inefficaci.

Votare il Partito Democratico significa votare la speranza di un futuro migliore, credere nella nostra terra, scommettere sulla possibilità di farcela insieme.

#ripartiamodaqui

Marco Rapino
Maiella+Abruzzo

 

28/05/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

L’ Abruzzo ha tutti i numeri per ripartire. Il 31 maggio votare la speranza di un futuro migliore. Votare PD

Votare Pd significa votare la speranza di un futuro migliore. Vuol dire credere nella nostra regione, scommettere sulla possibilità di farcela insieme.

Scegliere i candidati del PD in tutti i comuni in cui si va al voto. Il Partito Democratico è presente, dando un grande contributo alle liste civiche in tutti i territori.

Saranno 62 comuni in cui si voterà e in un solo comune, quello di Chieti, con popolazione legale superiore a 15.000 abitanti e per il quale viene applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno.

Una sfida importante è la riconquista dell’Amministrazione di Chieti. In queste settimane di campagna elettorale  ho potuto registrare una forte richiesta di cambiamento. Di inversione di rotta.

Ormai è del tutto evidente a Chieti che il centrodestra che ha amministrato è già una forza di opposizione. Hanno condotto una campagna elettorale da forza di opposizione, e chiaramente questo li confinerà in quel ruolo che ben sanno esercitare. In questi ultimi cinque anni non hanno prodotto nulla per la città. Chieti è scomparsa dal suo ruolo regionale. A noi il compito di governare, di darle una funzione strategica e primaria in questa regione.  Punteremo su tutte le qualità del capoluogo teatino, ottimizzandone le capacità  straordinarie che chi ha amministrato ha reso totalmente inefficaci. Con noi la città riavrà fatti e governo con gli  altri polemiche e strumentalizzazioni.

Siamo il partito del cambiamento. Da un anno al Governo regionale, stiamo inaugurando la stagione della competenza, dell’efficienza per cambiare l’Abruzzo.  Lo stiamo dimostrando in materia sociosanitaria, con le riforme che mettono al centro i territori, il cittadino. Aumentiamo i servizi e abbattiamo le rendite. E’ nostro intento non lasciare nessuno indietro. Siamo una popolazione che sta invecchiando. Nei prossimi anni avremo 500mila anziani,  dobbiamo riqualificare i servizi di assistenza domiciliare. Per i giovani dobbiamo puntare sul lavoro, fare crescere l’occupazione.

L’ Abruzzo ha tutti i numeri per ripartire, vogliamo investire sui talenti, sulle nostre qualità,  fare sistema per competere insieme nella conquista dei nuovi mercati. Per fare tutto questo creeremo una forza politica coesa a tutti i livelli Istituzionali. Siamo già a buon punto un importante consenso elettorale , soprattutto in città importanti come Chieti, renderà più incisiva, determinata e capace di dare risposte concrete la nostra azione di Governo.
Il voto è un importantissimo diritto-dovere del cittadino. Rivendichiamolo, esercitiamolo per il benessere dell’intero Abruzzo.

Marco Rapino
​Segretario regionale Partito Democratico d’Abruzzo

vota pd+marco rapino+pd abruzzo

17/05/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Sanità no responses # , , , , ,

‪#‎Sundaynews‬ n.5 ‪#‎dopodivoi‬

Oggi inizio questa newsletter con un invito a tutti gli iscritti del Pd: in questi giorni molti stanno dicendo diverse cose, il più delle volte lo fanno al fine di recuperare voti per le prossime amministrative del 31 maggio. Io, sia come Segretario sia come cittadino, ho deciso di raccogliere l’intelligente osservazione fatta da Luigi Febo candidato Sindaco per Chieti. Viste le innumerevoli dicerie sulla questione della Asl unica Luigi ha pensato di proporre una raccolta foto dell’ospedale di Chieti: per ognuno, che voglia partecipare, è richiesta una foto dell’ospedale di Chieti durante l’amministrazione regionale di Chiodi e una foto, di oggi, dello stesso ospedale, ovvero ad una anno dall’arrivo della nuova Giunta regionale. Allegata a questa newsletter troverete la foto che io ho scelto e ne troverete solo una, non perchè non ci siano foto del passato, ma perchè il Pd sta guardando avanti mentre qualcuno è palesemente rimasto indietro. Per questo la #sundaynews di oggi la chiamiamo #dopodivoi.

Due puntualizzazioni. La prima. E’ imbarazzante, lo capisco, che chi abbia amministrato per ben 66 mesi la nostra Regione ed oggi siede sui banchi della minoranza non riesca a trovare alcuna argomentazione per giustificare l’immobilismo imperante di quel periodo, tanto meno riesca a dimostrare un minimo di onestà intellettuale che lo aiuti a rimanere in silenzio. La seconda. Il Partito democratico ha dimostrato di avere una linea ben precisa da seguire in materia di Sanità i cui obiettivi sono e rimangono due: restituire al cittadino abruzzese una sanità sicura, sana, con garanzie di cura, secondo quanto disposto dalla nostra Costituzione all’art.32 e portare la nostra Regione fuori dalla crisi promuovendo una nuova cultura di governo.
Dopo anni la stagione dell’indebitamento sta per concludersi. Di fronte a noi abbiamo una nuova stagione quella della competenza e dell’efficienza. Ora, è normale che di fronte a questo chi non è stato in grado, in passato, di trovare soluzioni ai problemi dei nostri concittadini possa provare un po’ di rabbia, un po’ meno normale è continuare da una parte ad ostentare incompetenza ed ignoranza in materia, dall’altra continuare a girare intorno ai problemi reali che coinvolgono tutti noi senza avere l’accortezza di rendersi conto che è arrivato il momento di svolgere il ruolo per il quale si è stati eletti cioè amministrare, anche se si siede in minoranza. A tutti voi che ricevete questa mia lettera sappiate che sulla salute dei cittadini si misura la capacità del PD di delineare il suo profilo, di essere comunità politica e di fare scelte giuste per la collettività nella sua interezza. La sfida delle riforme passa attraverso tutti noi: iscritti, segretari ed eletti.

In queste ultime due settimane il Partito Democratico regionale ha avuto il piacere di ospitare, a Chieti ed Avezzano, due membri della Segreteria Nazionale: Valentina Paris e Filippo Taddei. Insieme a loro sono stati affrontati due argomenti importanti: quello degli enti locali e quello del lavoro. Iniziamo dal primo. Il piano dei tagli a cui sono stati sottoposti gli enti locali è un piano impegnativo ma è compito del nostro Partito promuovere politiche che ridiano protagonismo agli enti su tutti i livelli. Siamo sulla strada giusta quando affermiamo che gli amministratori hanno bisogno di margini chiari per definire la loro attività di programmazione in termini di efficienza e affidabilità perchè oggi amministrare è difficile ed è una grande responsabilità. Ciascuna delle città e ciascuno dei piccoli centri in Abruzzo che si apprestano ad eleggere i loro nuovi amministratori meritano una squadra di lavoro che sia all’altezza di molteplici difficoltà e meritano di tornare ad essere competitivi su tutto il territorio regionale e nazionale.
Riguardo alla seconda iniziativa diciamo i fatti come stanno e i fatti oggi sono i numeri: 470mila assunzioni a tempo indeterminato, +24% sul 2014, tra gennaio e marzo 2015. Dopo cinque anni in cui il potere d’acquisto di molti lavoratori è stato lacerato e in molti si sono ritrovati senza un impiego, oggi il numero degli occupati è tornato a crescere. E questa è la volta buona perchè il lavoro è si un’emergenza ma è anche futuro ecco perchè al ‪#‎PRIMO‬ posto il ‪#‎LAVORO‬. Ringrazio Valentina e Filippo per averci dato l’occasione di parlare insieme a loro di queste due importanti tematiche, con l’augurio che questi incontri possano ripetersi in futuro.

L’ultima parte di questa newsletter la voglio dedicare alla questione dell’infanzia e degli asili nido. Negli ultimi giorni sono stato ospite, a Teramo, in un Convegno dedicato a questo tema dove è stato ipotizzato, anche per la nostra Regione, la creazione di Poli per l’infanzia. Il punto di partenza principale è che l’educazione/pedagogia debba essere concepita come bene comune, il punto di arrivo è la corretta interpretazione delle dinamiche sociali in funzione di una migliore e più efficiente progettazione del futuro. In questo contesto è indispensabile infatti che la politica riconosca all’educazione un valore etico culturale ed economico e che, allo stesso tempo, la pedagogia sia capace e abbia tutti gli strumenti per una corretta interpretazione delle dinamiche sociali e politiche.
Diamo ascolto alle buone idee e facciamole diventare realtà nei luoghi in cui l’educazione viene vissuta tutti i giorni.

Buona domenica a tutti
Marco Rapino

dopo

 

 

banner #insiemealpd

16/05/15 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , ,

Dimissioni Zavattaro. Marco Rapino replica a Forza Italia

“Il Partito Democratico ha dimostrato di avere una linea ben precisa da seguire in materia di Sanità. Siamo alla vigilia dell’uscita dal commissariamento. Si tratta di fatti concreti, altro che doppia morale”.
Risponde così il segretario regionale Marco Rapino alle accusa del Consigliere Febbo che chiama in causa il Partito Democratico in riferimento alle dimissioni annunciate dal manager Francesco Zavattaro.

“La linea politica del PD in materia parte da un assunto: va assolutamente restituita al cittadino abruzzese una sanità sicura, sana, con garanzie di cura, così come sancito dall’art.32 della Costituzione. Forse gli innumerevoli passi in avanti di questo esecutivo pongono FI in posizione di imbarazzo per quando avrebbero dovuto fare e non hanno fatto durante i sessantasei mesi di mandato a loro disposizione. Operazioni coraggiose sono state messe in capo dall’assessore Paolucci, che non ha pensato neanche un istante ad anteporre il suo consenso elettorale alla salute del cittadino. Forse, Forza Italia con il consigliere Mauro Febbo – conclude il segretario del PD – dovrebbero almeno ammettere questo, con un piccolo sforzo di onestà intellettuale possono farcela.” (mdp)

14/05/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

Sul processo di Bussi chiarire ogni equivoco sulla sentenza per restituire al territorio serenita’ e certezza sul futuro dell’intera area

“Sconcerto sulle dichiarazioni in riferimento al processo Bussi. Ora si faccia tutto il possibile in modo che i cittadini abruzzesi possano finalmente capire ciò che è accaduto nel polo chimico di Bussi e per mano di chi”.
Ad affermarlo è il segretario del PD Marco Rapino.
“I cittadini abruzzesi ancora non accettano che non ci siano responsabili per chi ha messo in pericolo la loro salute. Ribadisco il massimo rispetto per il lavoro della Magistratura e le sentenze che emette.  Oggi ci fa davvero molto male poter sospettare che il processo non sia stato svolto in maniera serena. I cittadini devono avere certezze e chiarimenti sull’accaduto. Siamo certi – conclude il segretario regionale del PD – che se c’è da intervenire, tutte le autorità competenti chiamate in causa, sapranno cosa fare. Spero che ogni dubbio e sospetto possano essere fugati quanto prima”(mdp)

04/05/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , ,

Sundaynews n.4

IMG-20150503-WA0005
Sono passate un po’ di settimane dall’ultima volta che vi ho scritto.
Scusatemi ma si sono susseguite giornate intense, impegni, tante riunioni e altrettanti incontri. Ora siamo qui e come prima cosa vorrei parlare con voi delle tante cose che sono successe ultimamente e che, pur essendo lontane da noi è importante poterne parlare.E’ stato inaugurato finalmente l’Expo 2015 di Milano. Mi piace pensare che sia stato dato il via ad un nuovo percorso, ad un nuovo modo di sperare fatto di cose concrete, ad una risposta ai tanti che continuano a dire: “non ce la faremo mai”. A tal proposito riflettevo proprio ieri sulla definizione di expottimisti e mi chiedevo: potrei definirmi anche io tale? Sono arrivato alla conclusione che ognuno di noi possa definirsi tale, anche i più pessimisti. Perchè anche il più grande dei pessimisti in fondo in fondo spera. Spera in un futuro migliore, spera di poter lasciare ai propri figli un futuro migliore. Spera che i mille problemi che migliaia di famiglie sono costrette a fronteggiare tutti i giorni possano trovare una soluzione in positivo.

E miglior risposta a chi ha cercato di rovinare la prima giornata Expo è lo spirito dei cittadini milanesi che hanno ripulito le strade della loro città dal disastro che questi ragazzi e ragazze avevano l asciato. Anche io sono un ragazzo, sono giovane e capisco la rabbia di chi, alla mia età, non riesce a trovare una sistemazione, non riesce a realizzare i propri sogni, non riesce a raggiungere la sua totale indipendenza. Ma, in alcun modo, capisco e comprendo chi, per manifestare il proprio disagio, crea disagio ad altri. Dare fuoco ad un automobile, distruggere le vetrine dei negozi aiuta, per caso, qualcuno a migliorare la propria situazione? No, assolutamente. Aiuta solo a peggiorare la situazione di altri e, per quanto possano esserci motivi validi alla base di questo atteggiamento, bisogna ricordare sempre che la propria libertà finisce quando inizia quella delle altre persone.

Piuttosto, se di bene comune vogliamo parlare e se per il bene comune vogliamo lottare, allora è il caso che qualcuno ritorni con la mente e con il pensiero a quello che è successo in Nepal. Una terra colpita da morte e distruzione lo scorso 25 aprile. Una popolazione che sta affrontando questo disastro a testa alta, senza abbattersi, cercando ancora, dopo giorni, di salvare vite umane senza perdere la speranza. I veri ottimisti sono loro, loro sono il nostro esempio in questo momento e, a loro, va tutta la nostra solidarietà.

Ora guardiamo a noi.
Prima di tu tto auguri al neo Presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio De Crescentis. Senza troppi giri di parole, caro Antonio, sono sicuro che farai un ottimo lavoro per la tua terra. Ne sono sicuro perchè i risultati che hai raggiunto per il tuo paese, Pratola Peligna, sono tangibili e tutti ti riconoscono di essere stato un ottimo amministratore. A te il compito di guidare la nuova squadra del centrosinistra sulla Provincia dell’Aquila.
Inoltre, ieri, sono scaduti i termini per la presentazione di tutte le liste che correranno per le amministrative della fine di maggio. Da Chieti, fino ai piccoli paesi delle aree interne, a tutti coloro hanno deciso di mettersi a disposizione della propria comunità voglio dire ciò che penso. Decidere di candidarsi, decidere di diventare amministratori, decidere di farsi portavoci degli interessi e delle problematiche dei territori non è semplice e ancor più difficile è riuscire ad ottenere sempre risultati che possano definirsi positivi. Siete stati coraggiosi, non dimenticate mai il coraggio che avete avuto ora perchè questo vostro coraggio, questa vostra determinazione vi aiuterà quando i ncontrerete sulla vostra strada momenti difficili. A voi tutti lascio un semplice augurio di “buona fortuna” che per me è molto di più.

Domenica prossima è stata convocata l’Assemblea Regionale del PD dove eleggeremo la nuova direzione regionale.
Mentre, a breve, il nostro Partito tornerà in piazza per confrontarsi con gli iscritti sui temi chiave: lavoro, sviluppo, ambiente e turismo.
Ritorniamo a dialogare con tutti, apriamo una finestra sul nostro futuro e su nuove prospettive. Il partito che vuole cambiare l’Italia deve discutere, può anche litigare, ma poi deve riunirsi e andare avanti più forte.

Marco Rapino

15/04/15 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità , Senza categoria no responses # , , , , , ,

Difesa e tutela del cittadino: unici obbiettivi a cui volge il lavoro svolto sulla sanità

Difesa e tutela del cittadino: unici obbiettivi a cui volge il lavoro svolto sulla sanità

“Ieri, a L’Aquila, fuori dall’aula consiliare, non c’è stata alcuna  aggressione. L’Assessore Paolucci è stato oggetto di minacce verbali isolate e del tutto fuori luogo, al contrario di quel che è accaduto all’interno dell’Aula dove i toni sono stati decisamente più rispettosi ed Istituzionali, anche alla presenza dei rappresentanti dei territori (sindaci ndr), ai quali il Presidente Di Pangrazio ha aperto le porte Consiglio per farli assistere ai lavori . Per sola precauzione e prevenzione le forze dell’ordine hanno accompagnato l’Assessore Silvio Paolucci , destinatario di gravi offese da parte dei manifestanti. Abbassiamo i toni e riconduciamo il dibattito alla concretezza e alla capacità di fare proposte valide per tutto il territorio. Al centro del lavoro di tutti deve esserci la difesa e la tutela del cittadino e la necessità di dare seguito ad atti che garantiscano le sue esigenze, anche in termini sanitari. L’Abruzzo, ora, ha bisogno di riforme che non posso essere più rimandate”. Lo afferma il segretario regionale Pd Marco Rapino. (mdp)MARCO RAPINO+PD ABRUZZO

13/04/15 Abruzzo , Partito Democratico , Sanità no responses # , , , , , ,

“Il Pd vuole e progetta una sanità sicura”

La questione “punti nascita “ oggetto di acceso confronto politico
Marco-Rapino + pd abruzzo

 “Riorganizzare per dare di nuovo speranza e garanzia di cura in sicurezza agli abruzzesi. Questa la visione del PD per la sanità Abruzzese” Ad affermarlo è Marco Rapino, segretario regionale del PD

Sui punti nascita il confronto, in questi termini, non porta benefici. La contestata chiusura non può e non deve diventare un blocco allo sviluppo di un progetto di sanità sicura del futuro. Ricordiamo che l’obiettivo è quello di avere in Abruzzo una sanità moderna e degna di una Regione rinnovata e ben amministrata. Questo lo si fa avendo un progetto preciso, risorse a disposizione e soprattutto la possibilità di recuperare “diritto di parola”.

Quel diritto di parola e di scelta – spiega Rapino – che oggi stiamo riconquistando attraverso l’uscita dal commissariamento. Solo così avremo la possibilità di mettere in campo scelte importanti per cambiare la sanità, di dare risposte alla domanda di salute di tutti i cittadini d’Abruzzo, come avviene nelle Regioni più virtuose del Paese. Una sanità che è dalla parte di quei territori in sofferenza che da anni sono stati abbandonati. Non sottovalutiamo le generazioni meno giovani. Sembrerebbe che quello dei punti nascita sia il segno di un servizio sanitario presente e efficiente. Che mantenere questo o quello in essere significhi che l’esecutivo regionale lavori bene e al contrario che sia indifferente alla voce dei territori. In realtà quello che si sta facendo in regione è ridisegnare la sanità del futuro anche partendo da dati importanti come quello della popolazione che invecchia, e lo fa ora in solitudine. Non si può oggi mettere a tacere le rivolte cedendo su passi importanti, su scelte difficili e anche a volte impopolari che determineranno finalmente la totale riconquista della gestione intera dei processi di trasformazione e rinnovamento del Sistema Sanitario Regionale.” (mdp)

12/04/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , , ,

#Sundaynews n.3

#sundaynews n.2 +marco rapino

Oggi riprendiamo con le buone abitudini e, dopo l’interruzione delle festività pasquali, vi invio la terza #sundaynews dalla mia elezione.  

Tante cose e tanti incontri sono stati fatti in queste settimane dal Pd Abruzzo: ho visitato numerosi circoli e conosciuto bellissime realtà presenti su tutto il territorio regionale che fanno dell’Abruzzo una terra meravigliosa. 

A cominciare dall’esperienza presso il Centro Riabilitativo Polivalente Primavera di Scerne di Pineto dove ho conosciuto Andrea Bollini e Suor Pina che, nella loro comunità, si dedicano alla tutela della vita umana, alla difesa dell’istituto della famiglia e aiutano bambini e giovani emarginati a trovare risposte concrete alla complessità dei loro bisogni. Sono questi gli esempi da cui trarre ispirazione per insegnare alle nuove generazioni a non arrendersi e per portare avanti, anche a livello politico, proposte e iniziative per il settore delle politiche sociali, così come stanno facendo Marinella Sclocco e tutta la Giunta Regionale. 

Sono stato in Molise, per un’importante iniziativa per l’Ospedale di Agnone. Insieme alla Segretaria Regionale PD del Molise, Micaela Fanelli, abbiamo stabilito che dovranno esserci diverse occasioni di confronto e di agenda comune tra le nostre segreterie. 

Credo sia fondamentale poter costruire ponti con le Regioni confinanti, avviare politiche comuni, iniziative congiunte e portare il dibattito sulle tante potenzialità del nostro territorio regionale anche a livello nazionale. 

Ora siamo al lavoro per definire la nostra squadra alla prossima tornata per le amministrative di Maggio. 
A cominciare da Chieti, di fronte a noi, abbiamo una sfida di importanza strategica. Il nostro candidato Sindaco sarà Luigi Febo, il vincitore delle primarie. 
Con lui stiamo costruendo alleanze e liste forti, che ci metteranno in condizione di andare a vincere nel capoluogo chietino.
Anche nella provincia dell’Aquila sono tante le realtà dove si andrà a votare e il Pd, con la sua comunità, sta dando il suo supporto su tutto il territorio nella composizione delle liste. Saranno liste composte da persone che lo meritano ma che soprattutto potranno dare valore aggiunto alle amministrazioni future. 

Una nota a parte, voglio dedicarla alle provinciali dell’Aquila. Il nostro candidato alla Presidenza della Provincia sarà Antonio De Crescentiis, Sindaco di Pratola. 
Antonio e’ un ottimo amministratore, candidato autorevole, dall’enorme bagaglio umano e politico, competente e attento alle istanze dei territori di tutta la Provincia.
La sua candidatura è stata sostenuta da tutte le realtà territoriali attraverso un percorso di confronto, condivisione con tutti i circoli e coinvolgimento di tutti i Sindaci.
Per governare le Province, in un momento come questo, ci vuole coraggio e passione. Antonio e la sua squadra hanno entrambe queste caratteristiche e sono convinto che dal 2 maggio saremo tutti subito a lavoro. Nelle prossime ore consegneremo la lista che sosterrà Antonio come Presidente. A lui e a tutto il Pd Aquilano, vanno i miei complimenti per l’ottimo lavoro svolto e un grande in bocca al lupo per questa sfida.  

Venerdì, nel capologuogo regionale, abbiamo attivato ufficialmente il Forum Pd sulla Macroregione Adriatico Ionica. Questo è il secondo forum che attiviamo dopo quello sulla Sanita’. E’ indispensabile portare avanti e far funzionare il progetto dei forum tematici per riuscire ad interessare tutti i territori su istanze di ampia portata. Solo ascoltando tutti e confrontandosi con tutte le realtà il Partito potrà diventare il cuore da dove far partire idee e proposte di ampio respiro. Le discussioni e le posizioni che emergeranno nei forum, saranno riportate nei luoghi adatti dove assumeranno valenza e impegno rispetto alle decisioni che dovremo prendere.
Ritengo fondamentale ribadire quanto sia importante e centrale il ruolo del Partito in una stagione di governo come questa. Offriamo una discussione vera e profonda sui contenuti, scontriamoci e accettiamo quanto emerge dal nostro dibattito, sapendo che il futuro dell’Abruzzo è oggi, passa per le nostre scelte e attraverso la nostra capacità di ascoltare. 

Buona domenica a tutti e buon inizio di settimana, 
Marco Rapino

PS
Un pensiero voglio lasciarlo ai 147 ragazzi uccisi per la loro fede in una università del Kenya. Ragazzi della mia stessa età, donne e uomini che hanno subito un atto di brutalità insensata. Non dobbiamo lasciarci intimorire ma dobbiamo continuare a vivere nel rispetto di chi ci è di fronte e delle sue idee.
kenya img

10/04/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , , ,

La Macroregione Adriatico Ionica rappresenterà una nuova stagione di opportunità e sviluppo per l’Abruzzo

Avviato un Forum sull’importantissimo strumento europeo ”

Il Segretario del PD Abruzzo Marco Rapino commenta così l’incontro avvenuto oggi all’Aquila sul tema della Macroregione Adriatico Ionica:
“La Macroregione Adriatico Ionica, la terza in Europa dopo quella Danubiana e quella Baltica, comprende 8 Paesi, 4 membri Ue, 4 candidati e circa 70 milioni di cittadini. Parliamo in sostanza, di un quadro integrato che consente all’Unione Europea e ai suoi Stati membri di identificare i bisogni e di allocare risorse disponibili attraverso il coordinamento e la concertazione delle opportune politiche. Il Pd vuole scommettere sulla macroregione perché come prima cosa ritiene che l’Abruzzo intero possa svolgere un ruolo essenziale su scala europea, in secondo luogo perché è necessario recuperare il terreno perduto nell’impostazione iniziale delle relazioni con le regioni dell’area. Questo per non rischiare un pericoloso isolamento nella fase di definizione e attuazione dei progetti. Tra le priorità: far rientrare la nostra regione nei core network europei dei ten-t (Trans-European Transport ovvero Reti di trasporto trans-europee ndr ). Per ora l’intera area del medioadriatico ne è scoperta. Continuare ad esserne esclusi significa essere tagliati fuori dai fondi UE ovvero dalla ridistribuzione di 50 miliardi di euro nella programmazione 2014-2020. Da oggi – annuncia Rapino – il PD Abruzzo si dota del Forum sulla Macroregione Adriatico Ionica che avvierà incontri regolari di studio per promuovere al meglio il dibattito regionale su questo importantissimo strumento europeo”.
macroregione adriatico ionica+ marco rapino+pd abruzzoAll’incontro con l’europarlamentare del PD Massimo Paolucci che ha concluso i lavori, hanno preso parte oltre al Segretario regionale de PD Marco Rapino:
Stefano Albano, segretario cittadino del PD , Massimo Cialente Sindaco della Città dell’Aquila, Stefano Palumbo Capogruppo del PD del Comune dell’Aquila e Pierluigi Properzi dell’Istituto Nazionale di Urbanistica. (mdp)

30/03/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , ,

Luciano D’Alfonso ha affrontato con ineccepibile stile istituzionale i gradi di giudizio

Emessa in primo grado dal Tribunale di Pescara nel 2013 la sentenza di assoluzione per Luciano D’Alfonso e per gli altri 17 imputati nell’ambito dell’inchiesta denominata “Housework” oggi trova conferma dalla Corte D’Appello presieduta dal Giudice Luigi Catelli

“L’assoluzione in appello di Luciano D’Alfonso e’ la conferma ulteriore della bonta’ e della correttezza dell’azione amministrativa di una Giunta, che ha lasciato un segno positivo indelebile nella storia del capoluogo adriatico.” Commenta Marco Rapino segretario regionale del PD la sentenza della Corte D’Appello

“ A Luciano va la mia gratitudine e di tutto il Pd per essersi sottoposto alla verifica del potere giudiziario.  Durante questi lunghi anni di sofferenza, ha affrontato ogni singola accusa con stile istituzionale ineccepibile, senza recriminazioni, senza polemiche e senza mai chiedere solidarietà’ politiche nemmeno al suo partito, affidandosi con serenità’ all’operato della magistratura. L’esito di questa vicenda conferma in tutti noi la piena fiducia nella Giustizia e la convinzione mai venuta meno in un forte sostegno all’autonomia e indipendenza degli organi giudiziari, a cui rinnoviamo stima e rispetto. A Luciano e ai suoi collaboratori più stretti, che hanno vissuto anni difficili – conclude il segretario del PD – va l’abbraccio di tutta la comunita’ politica dei democratici abruzzesi”. (mdp)

22/03/15 Abruzzo , Lavoro , Partito Democratico , Sanità , Senza categoria no responses # , , , , , ,

#sundaynews n.2

#sundaynews n.2 +marco rapino
Il 14 marzo c’è stata l’Assemblea Regionale del Partito Democratico composta dai nuovi delegati. Un’assemblea fatta di persone che hanno voglia di fare, voglia di mettersi in gioco. Si respirava aria di partecipazione e di ritorno alla buona politica. Quella politica fatta si di dialogo e di confronto ma soprattutto del desiderio di tornare a fare cose concrete. In questo primo incontro, che mi ha regalato grandi emozioni, sono stato proclamato ufficialmente Segretario Regionale. E’ stato un momento unico, fatto di sorrisi, abbracci e “in bocca al lupo” sinceri, che porterò con me per tutta la vita.

Da lunedì ho iniziato a girare tutte le province. Ho incontrato amministratori e segretari di circolo. Militanti e simpatizzanti. Sono stato a Teramo ospite di un’intensa direzione Provinciale dove abbiamo parlato di Sanità e di come il Governo Regionale dovrà garantire il diritto alla salute a tutti i cittadini abruzzesi. La sfida di oggi si chiama uscita dal commissariamento, questo è il nostro obiettivo, questo è l’obiettivo che dobbiamo portare avanti e per cui bisogna sostenere il lavoro che i nostri rappresentanti regionali svolgono ormai da quasi un anno.

Ieri il Ministro Lorenzin ha affermato che continuando su questa strada, puntando ad una riorganizzazione anche territoriale della maternità, usciremo dal commissariamento entro i prossimi 7 mesi. E’ questa una buona notizia per tutto l’Abruzzo; ora acceleriamo il processo di riforme e facciamo uscire la sanità dalla palude in cui si trova.

Sono stato ospite del Circolo PD dell’Aquila. Ho ascoltato un grande dibattito sul ruolo che il nostro capoluogo deve avere nella nostra Regione: la legge sulla ricostruzione sta ripartendo e il PD Abruzzo farà in modo che tutto questo andrà in porto. Sempre a L’Aquila abbiamo deciso di organizzare un momento formativo per discutere della Macroregione Adriatico Ionica.

Ho preso pubblicamente posizione come Pd Abruzzo per ribadire la contrarietà al progetto Ombrina Mare, in linea con la Giunta regionale che ha impugnato alla Corte Costituzionale le norme dello sblocca Italia che ne consentirebbero la realizzazione. Questo perché la nostra idea di sviluppo della regione punta ad una valorizzazione dell’economia verde, delle fonti rinnovabili, dei nostri prodotti tipici e del tessuto industriale e manifatturiero.

Qualche settimana fa ho visitato Roccascalegna e sono rimasto colpito dalla bellezza di questo borgo e dalla maestosità del suo castello oggi gravemente ferito dagli eventi atmosferici che hanno colpito tutta la nostra Regione. Ed è proprio oggi che voglio ribadire la mia vicinanza a questi territori. Investire in paesi come Roccascalegna è un dovere di chi ama questa Regione ed è un diritto di chi ha deciso di costruirvi il proprio futuro!

Da domani partirá l’iniziativa #insiemealPd.
Abbiamo chiesto ai nostri consiglieri regionali e assessori, di condividere le loro agende, i loro obiettivi e i risultati ottenuti con la segreteria regionale. In questo modo il Pd Abruzzo potrà costantemente tenere aggiornata la nostra rete di circoli sull’attività del governo regionale.

La sfida che ho con me stesso é di non disattendere tutta la fiducia che mi state trasmettendo in questi giorni. Per questo vi dico grazie e vi dico che, insieme, ce la faremo.

Buona domenica a tutti!

Marco Rapino

Ps. vi lascio due link:
Intervento dell’assemblea regionale
https://www.youtube.com/watch?v=z7MeV7qRcYY

“Il nuovo corso del Partito Democratico in Abruzzo”
https://www.youtube.com/watch?v=iX2Hf2-zI58&feature=youtu.be

21/03/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , , , ,

#InsiemealPd

“E’ iniziato il mio viaggio in Abruzzo come Segretario del PD Abruzzo.  Ho incontrato segretari di circolo, militanti, sindaci e amministratori. Questo perché è necessario far tornare a vivere i circoli sul territorio, farli tornare ad essere luoghi di discussione e di azione politica.  Vogliamo un partito partecipato e trasparente dove i gruppi dirigenti rendano conto del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti.

banner #insiemealpd

Per questo dalla prossima settimana parte la campagna #insiemealPD con cui i nostri consiglieri e assessori regionali informeranno i circoli e quindi i cittadini della loro agenda settimanale con iniziative e incontri che li vedranno presenti sul territorio, del lavoro che stanno svolgendo e dei risultati che stanno portando a casa”.

Marco Rapino
Segretario del Partito Democratico d’Abruzzo

16/03/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , ,

Il partito è il principale strumento di cambiamento che abbiamo a disposizione ed il partito siamo noi tutti

L’Assemblea regionale proclama Marco Rapino Segretario Regionale del Partito Democratico

Si è svolta a l’Aquila (sabato 14 marzo 2015)  la prima Assemblea Regionale dopo le primarie del 1° marzo. Durante l’incontro, presieduto dal Presidente uscente Manola di Pasquale, Marco Rapino è stato proclamato ufficialmente Segretario, mentre la guida dell’Assemblea è stata affidata a Camillo D’Alessandro, Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo, e la carica di tesoriere a Vincenzo Di Bartolomeo.

La recente competizione elettorale che aveva visto in campo Rapino, Coppola, Marzoli e Della Ventura ha portato alla creazione di un nuovo organo collegiale composto, per la maggior parte, da nomi e volti nuovi dei giovani dem abruzzesi. Un netto cambio di rotta rispetto alla precedente assemblea con una equa ridistribuzione della rappresentanza su tutto il territorio regionale.

“Il partito è il principale strumento di cambiamento che abbiamo a disposizione ed il partito siamo noi tutti. Abbiamo la necessità di rianimare il dibattito politico e il dovere di dare risposte concrete alle nuove generazioni.” Afferma il nuovo Segretario Marco Rapino. “Lo faremo con il giusto senso di responsabilità, affiancando e supportando nelle decisioni da prendere l’attività del governo regionale e delle amministrazioni locali. Adotteremo una nuova organizzazione di tipo capillare in cui un ruolo primario sarà dato ai circoli presenti sul territorio perché il nostro Partito deve tornare a parlare con i cittadini e per farlo abbiamo bisogno di aprirci al dialogo e puntare alla costruzione.”
Marco Rapino + Pd Abruzzo

Lavoro, formazione, sanità, immigrazione, aree interne e sviluppo. Sono stati questi i punti salienti della discussione di oggi, lanciati da Rapino nel suo primo discorso da Segretario regionale. La priorità, rappresentata dalle problematiche inerenti il mondo del lavoro, torna quindi ad occupare un ruolo centrale per la politica regionale del PD. Dal rilancio dell’economia locale come punto di partenza fino allo studio e analisi di nuove politiche per lo sviluppo che sappiano dare la giusta rilevanza alle vocazioni abruzzesi: ambiente, cultura, turismo e agricoltura.

I prossimi passaggi che vedranno impegnato il Segretario saranno la composizione, entro il mese di aprile, di una rinnovata segreteria che sarà scelta in base alle competenze dei nuovi protagonisti e la definizione e composizione dei forum di settore per l’ampliamento della discussione e la definizione, su tutti i fronti, della linea politica da adottare.

Il programma di mandato del segretario regionale Marco Rapino:
ESSERE UN PD APERTO UNITO E FORTE. Di MARCO RAPINO

I componenti dell’Assemblea:  ELETTI ASSEMBLEA REGIONALE 14 MARZO 2015

Le FOTO  http://goo.gl/QE8Z3S 
e il VIDEO https://youtu.be/X_s9lK2HOf0

 

16/03/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , , , ,

Continueremo a lavorare per impedire la petrolizzazione in Abruzzo

Continueremo a lavorare per impedire la petrolizzazione in Abruzzo

“Ribadisco la contrarietà al progetto Ombrina Mare, in linea con la Giunta regionale che ha impugnato alla Corte Costituzionale le norme dello sblocca Italia che ne consentirebbero la realizzazione contro il parere della Regione”. Afferma il segretario del PD Abruzzo Marco Rapino.
trabocco

“Il rilascio del VIA-AIA (Valutazione Impatto Ambientale e Autorizzazione Integrata Ambientale) – spiega Rapino – in realtà e’ una procedura imposta da direttive europee, volta a ridurre l’impatto ambientale, affidata a organismi tecnici non politici. Non muta dunque in alcun modo il quadro politico e affermare il contrario e’ solo propaganda strumentale che non propone soluzioni. Il Pd regionale nel suo recente congresso (congresso che il 14 marzo scorso ha ratificato l’elezione di Rapino a segretario regionale ndr) ha confermato la sua idea di sviluppo della regione, puntando a valorizzare il tessuto industriale e manifatturiero e a sviluppare sempre più l’economia verde,fonti rinnovabili e turismo ecosostenibile. E’ noto da tempo che il PD in Abruzzo sta lavorando alacremente alla realizzazione del Parco della Costa teatina. Per questo – conclude il neo segretario – continueremo a operare per impedire la petrolizzazione del nostro mare, anche attivando, insieme con il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, le necessarie sinergie con le altre regioni adriatiche interessate.” (mdp)

01/03/15 Abruzzo , Partito Democratico , Senza categoria no responses # , , , , ,

“Un risultato straordinario. Grazie di cuore”

Ringrazio i circa 22mila votanti in tutto l’Abruzzo che oggi si sono recati alle urne, tutti coloro che mi hanno dato consenso a cominciare dagli iscritti del PD. Mi avete concesso di arrivare ad avere il 72 % dei consensi. La partecipazione straordinaria che abbiamo registrato afferma l’attenzione che i cittadini abruzzesi hanno avuto nei confronti del progetto politico che abbiamo messo in campo in questa competizione. Ripagheremo tutta questa fiducia lavorando assiduamente per il cambiamento dell’Abruzzo. Il PD  è il partito che giuda la Regione e con questo risultato si rafforza ulteriormente nella consapevolezza della stagione di riforme impegnativa avviata dall’esecutivo. Il nostro progetto è in linea con il profilo e la maturità dell’azione di governo del PD nazionale, guidato da Matteo Renzi. Oggi mi sento di definirmi un renziano adulto perchè vicino al governo che con riforme coraggiose sta tentando di cambiare l’Italia entrando nel merito dei problemi. Con lo stesso spirito riformista cercherò di affrontare la mia sfida regionale che nasce dalla specificità dell’Abruzzo e dalle esigenze dei territori.  Ringrazio Silvio Paolucci di cui oggi raccolgo un’eredità importante che accolgo con molta responsabilità . In questi anni è riuscito a costruire un PD vincente e rinnovato. A me ora il compito di consolidare il lavoro che svolto in questi anni.

Grazie di cuore

Marco Rapino

DSCN9061

1 2 3 4 106
Stay In Touch